giovedì 28 maggio 2009

Scoprire Toronto con un Working Holiday Visa

In questo post vorrei trattare come argomento il mio viaggio di WHV con destinazione Toronto, dando dei consigli/opinioni a riguardo, sperando possano essere utili a chi, come me, inizierà la sua avventura Canada con un visto di vacanza/lavoro di 6 mesi. Molte delle persone con cui ho parlato e che si accingono a fare questo viaggio, non hanno ancora idea di cosa ne sarà del Canada una volta finiti i 6 mesi di permanenza o semplicemente vogliono fare un'esperienza all'estero per migliorare la lingua e arricchire il bagaglio di esperienze internazionali. Ma, qualunque sia il motivo che ti spinge a venire qui nella terra del maple syrup, anche tu dovrai fare i conti con le "regole" che questo paese ha sugli immigrati...seppur temporanei! Io sono dell'idea che per quanto possa piacervi la neve, le attività invernali, arrivare qui quando l'inverno è alle porte significherà privarvi di una delle stagioni, l'estate, in cui il Canada è uno dei più bei paesi del mondo! In questa stagione è tutto in fiore, tutto verde, l'erba Canadese cresce rigogliosa tra i vialetti e nelle back yards che ritrovano il loro splendore grazie al paziente lavoro quotidiano di tutti gli amanti del giardinaggio.
Una volta pianificata la partenza ciò che non dovrebbe mai mancare tra i vostri bagagli è: un laptop, soldi a sufficienza per vivere 6 mesi e guanti, cappello e sciarpa dei più caldi e resistenti al vento che possiate trovare! Non elencherò ciò che bisogna fare come primi giorni, vi rimando a questo link (in italiano) per la lista, ma al contrario vorrei solo dare la mia visione delle cose e di Toronto. E' facile comprendere quanto può essere eccitante venire con un visto di lavoro, in una città come Toronto: grande, cosmopolita, molto più Nord-Americana di tante altre città Canadesi. Il primo ostacolo per tanti che non hanno parenti o amici qui è trovar casa, non nascondo che senza credit history, senza lavoro e con un visto di soli 6 mesi, molti padroni di casa faranno storie ad affittare un appartamento, ma non scoraggiatevi e optate per soluzioni più "accessibili" come basement ammobiliati o una stanza in casa con altri ragazzi e ragazze, solitamente più facili da trovare, almeno in downtown. Dopo i vari adempimenti burocratici come SIN number, conto in banca, PayAsYouGo card per il telefonino, visite in giro per la città da veri turisti, vi chiederete se non sia il caso di cercar lavoro, se non altro per il fatto che l'ammontare dei soldi è sempre in calo. Molte delle persone con cui ho parlato o ci siamo scritti email e quant'altro, hanno desiderio di trovare subito qualche lavoretto in bar/ristoranti o supermercati, a mio avviso una cosa che in Italia avremmo volentieri evitato di fare, io per prima. Una cosa che ho scoperto qui, col tempo è che lavorare in un ristorante non è cosa facile! In pratica anche per fare il cameriere ai tavoli c'è bisogno di molta esperienza, per cui non meravigliatevi se il ristorantino Italiano in Little Italy neanche vi richiama per dirvi "no grazie". La spiegazione è presto detta: come in tutti i lavori, l'esperienza e le referenze sono fondamentali ovvio, ma entrano in gioco anche altri fattori. La mancia in Nord-America è obbligatoria ed è proporzionale al conto che pagherete a fine cena, a Toronto è un minimo del 15%, per cui se siete a cena al ristorantino Francese più in di Toronto e il conto è salatissimo, il cameriere che vi ha servito percepirà una notevole mancia, anche facendo lo stesso lavoro di quello assunto al fast-food sotto casa. Ecco perchè qui c'è una lunga gavetta che parte, da quando si è adolescenti, dal fast-food del grande centro commerciale fino, dopo vari anni di esperienza, al ristorante in centro. La storia cambia se pensate di lavorare alla cassa di un supermercato, io ritengo la cosa più semplice ma di certo meno remunerativa.
Aldilà di tutto io consiglio sempre di provare a trovar qualcosa nel proprio campo, in quello cioè in cui vi sentite più confidenti nel lavoro. Poter dimostrare esperienza, qualunque essa sia, è la migliore referenza che possiate presentare.

49 commenti:

aleal ha detto...

Simona, grazie anche per questo post, lo sento molto mio...
Cosa dire di più, seguirò i tuoi consigli alla lettera :-)

salvo ha detto...

grande Simona, il post che aspettavo!!! l'unico rammarico di quanto ho letto è il non poter essere lì per l'estate perchè sicuramente farò la mia esperience nei mesi più freddi!! per il lavoro sono del parere che bisogna cercare qualcosa che, oltre ad essere affine alle tue capacità, ti faccia stare molto a contatto con la gente, soprattutto che per arrichire il proprio english language!!! ciao

Anonimo ha detto...

Tra i miei progetti di vita ci sarebbe tra i più grandi, proprio l'emigrare verso il canada.

In momenti come questi giorni la mia convinzione è ancora più grande nel venire li in Canada e trovare lavoro insieme alla mia ragazza...

hai fatto bene a fuggire :/

Marco ha detto...

ciao simona! secondo te con un permesso studio posso lavorare lo stesso?

Ciao e buona permanenza!

Simona ha detto...

Ciao Aleal! Allora in bocca al lupo per il tuo viaggio ;-)

Simona ha detto...

Ciao Salvo, ecco si' ho seguito anche i tuoi consigli! Beh se vieni in inverno, ho scordato di ricordare: ottimi stivali da neve! Ma non dopo-sci, bastano grossi stivali resistenti all'acqua. Per il resto, ha sempre un certo fascino vedere la neve cadere :-)

Simona ha detto...

ciao anonimo, e' triste ammetterlo ma sono davvero fuggita da Roma ad Ottobre, in tutta fretta! Certo ora mi dico che avrei dovuto pianificare tutto con piu' tempo, ma ormai e' andata! In bocca al lupo ad entrambi ;-)

Simona ha detto...

Ciao Marco, solitamente un visto da studente ti permette di fare dei lavoretti part-time, e anche dopo finito mi pare hai un altro anno di tempo per poter lavorare, ma dovresti accertarti meglio sul sito del CIC. Have fun!

Francesco ha detto...

ciao simona, ti invio il link per leggere la classifica delle città più vivibili, pubblicata dall'enonomist. sii felice, siete in alto !
http://www.corriere.it/cronache/09_giugno_09/citta_vivibili_mondo_ec38388c-54be-11de-b645-00144f02aabc.shtml

un giorno ci hai promesso un post sulle palestre a toronto , come è stata l'avventura ? baci. francesco

Fabio&Elisa ha detto...

Ciao Simona, sono Fabio, non so se ti ricordi, ma ti avevo scritto un paio di e-mail chiedendoti come fare a venire in Canada con mia moglie. Ebbene, commento ora questo tuo post per dirti che tra 58 giorni (il 7 agosto) finalmente approdero' in Canada con un Working Holiday Visa. Ovviamente l'obiettivo è rimanere lì ma per ora pensando a partire....un passo alla volta!

Marco ha detto...

beh prima di poter avere some fun dovrò farmi qualche altro anno di studio purtroppo... :(
per il visto controllerò!
grazie Simona!
a presto

Gianni ha detto...

Ciao Simona,
anch'io ti voglio ringraziare per aver pubblicato questo post (oltre che per l'utilissima email che mi hai inviato in privato :).
Ho letto un pò ovunque quello che già mi accennasti tempo fa e cioè: "decidere di andare a lavorare a Toronto senza un'esperienza pregressa (da neolaureato insomma) è in pratica un "suicidio" :-)".
Purtroppo non ti nascondo che dopo l'entusiasmo, la passione e la voglia iniziale...incomincio a demoralizzarmi :-(.

Comunque il viaggio di piacere ad agosto lo farò ugualmente; spero solo che alla fine della vacanza non mi salga la malinconia di lasciare quella terra per ritornare in Italia -__-'

Grazie ancora.
Ciao.
Gianni.

salvo ha detto...

qualche altro consiglio sui primi giorni di WHV? avrei pensato di prenotare un B&B per una ventina di giorni in modo da avere un appoggio per cercare un'altra soluzione, insieme a SIN, prepagata per il mobile e conto in banca. ciao

Simona ha detto...

Ciao Francesco e grazie per il link! Prima di venire qui cercavo sempre queste statistiche, tipo le citta' piu' vivibili, quelle con piu' lavoro etc etc, comunque tra i primi posti c'era sempre la BC. Toronto in generale, non e' la piu' vivibile del Canada, certo paragonata al resto del mondo...

Simona ha detto...

Ciao Fabio e complimenti per il tuo Working Holiday Visa! Sono certa che sara' una bellissima esperienza :-) In bocca al lupo e tienimi aggiornata!!

Simona ha detto...

Ciao Marco, credo che la mia non sia una voce "fuori dal coro": gli anni dell'Universita' sono tra i piu' belli, anche se devi studiare ;-)
Sono certa che qui apprezzerai positivamente il metodo di studio Nord-Americano e i parties a casa degli studenti!! :)

Simona ha detto...

Ciao Gianni, addirittura un suicidio direi di no, nel post ho solo cercato di evidenziare come qui sia premiata l'esperienza e cio' che sai fare piu' che il nome o l'amico che ti presenta, e direi dovrebbe essere un po' ovunque cosi', in un mondo ideale ovvio. Non ti nascondo d'altro canto che, con un visto di soli 6 mesi, una non perfetta conoscenza della lingua e senza nessun tipo di esperienza professionale, trovare lavoro, in questo periodo di recessione, sara' davvero dura, ma molto poi dipende da cosa cerchi. Non demoralizzarti, senza lotta non c'e' conquista!

Simona ha detto...

Salvo, a dire il vero sto riflettendo in questi giorni su cosa potrei aggiungere dalle mie esperienze, appena trovo qualcosa di valido ed interessante lo aggiungero' senz'altro ;-)

Gianni ha detto...

Ciao Simona,
ehhh "suicidio" era virgolettato :-).
Volevo rubarti un altro paio di info (ho cercato attentamente nel blog ma non ho trovato risposta).
Se non erro abbiamo la stessa laurea (Ing. Informatica), ho visto sui vari siti governativi canadesi la procedura per effettuare il riconoscimento del titolo. Quello che mi chiedo è: "
"Come hai fatto a farti fare la lista degli esami in inglese dalla tua segreteria :)?".
Nel mio politecnico è "già tanto" che mi rilasciano il certificato di laurea con la lista degli esami fatti :-).
Eventualmente, se la traduzione dovessi farla io, chi me la deve autenticare?
Inoltre, non ho capito molto bene come si comporta il CES, in pratica si consegna la documentazione italiana e se la vedono loro, oppure no? Così sarebbe l'ideale.
Domanda prematura, ma giusto per curiosità, volevo capire bene la "questione" patente :P.
Sul tuo blog ho letto l'articolo in cui dici che pur avendo la patente in Italia hai dovuto rifare gli esami per prendere la G2. Seguendo i tuoi links sono capitato su vivereincanada in cui i due ragazzi dicono di aver fatto una semplice conversione di patente (costo 60dollari) :|, in un articolo abbastanza datato (2006) http://tinyurl.com/l55r9f si dice che erano stati avviati accordi bilaterali Canada-Italia di riconoscimento della patente come aveva già fatto la Germania, Francia, Inghilterra, Svizzera, Austria e Belgio (sarebbe un controsenso visto che la patente è europea e quindi dovrebbero riconoscerla a tutti gli stati membri :|). Anche uno con 10 anni di patente A e quasi 9 di patente B, dovrebbe rifare gli esami :-)? Come stanno veramente le cose?
Scusami se sono stato troppo lungo ^___^'
Ciao

Simona ha detto...

Ciao Gianni, don't worry per le tante domande, i dubbi sono una cosa normale in questo tipo di Applicazioni! Inizio col dirti, e deve essere riportato un po' ovunque nel blog =) che io non ho tradutto nulla della mia documentazione perche' la consegnai direttamente all'Ufficio Visti di Roma e NON a Sidney in Canada, per cui mi era stato detto che non sarebbe stata necessaria alcuna traduzione se i documenti risultavano essere in Italiano, Inglese e/o Francese. Secondo pero' quanto appreso la traduzione del certificato di laurea con la lista degli esami, dev'essere fatta a tue spese e consegnata alla segreteria che avra' cura di inserirla opportunamente nella busta contenente l'originale del tuo certificato. So che non tutti gli atenei effettuano questo servizio ma potresti informarti direttamente in Segreteria Studenti per trovare il modo come fare, spesso ci sono ragazzi che continuano gli studi in Inghilterra e tante Universita' effettuano questi servizi. Certo e' solo un'idea cmq...
Per la patente invece ti ri-confermo quanto scritto nel mio post, sfortunatamente per noi italiani non c'e' nessuna politica di scambio con le patenti ma solo per gli Stati che hai elencato tu, anche essendo una comunita' siamo comunque Stati con politiche diverse, esempio un Italiano non ha bisogno di richiedere alcun visto per poter andare come turista in Canada, un Rumeno si', anche se entrambi i paesi appartengono alla stessa Comunita'. Avendo tutti questi anni di patente puoi solo "evitare" di fare l'esame di guida G2 e fare direttamente quello G-full, dopo aver fatto autenticare la tua patente al Consolato Italiano, ma nonostante questo io lo sconsiglio. Prendere una patente e' un privilegio qui in Canada, ed anche un business, pagare in un'unica soluzione anziche' in 2 potrebbe non essere visto di buon occhio da un esaminatore, i Nord-Americani sono estremamente convinti che per guidare qui ci sia bisogno di una maggiore conoscenza della guida perche' completamente diversa dal modello Europeo, ma credo si riferiscano ai cinesi :-D
p.s. Io consiglio il sito della Motorizzazone Civile dell'Ontario, e' uno siti piu' efficienti che abbia mai utilizzato, lo trovi a questo link.

Fabio&Elisa ha detto...

Ciao Simona, ti scrivo ancora per avere due delucidazioni da te. Allora come già anticipato abbiamo ottenuto i nostri visti vacanza/lavoro e il 7 agosto arriveremo in Canda. Ora il problema sta nel fatto che mia zia si è informata presso gli uffici governativi di Collingwood e Barrie ed entrambi le hanno detto che il nostro visto deve essere attivato entro il 25 luglio altrimenti non ha piu' valore mentre sul sito dell'ambasciata è scritto che dobbiamo entrare entro il 31 dicembre 2009. Sapresti dirmi dove sta la verità? Secondo me sul sito dell'ambasciata e quindi direi che le informazioni che hanno dato a mia zia sono errate. Purtroppo non è possibile parlare al telefono con l'ambasciata quindi non riesco ad ottenere una risposta concreta. Inoltre sapresti dirmi se per poter rimanere in Canada con visto temporaneo in attesa di un eventuale visto permanente posso fare le pratiche direttametne li o se devo tornare in Italia? Scusa tanto per il disturbo ma se saprai aiutarmi te ne saro' grato.

salvo ha detto...

per quanto riguarda la scadenza del WHV anche io so da fonti dell'ammbasciata che l'importante è entrare in Canada entro il 31-12 ed uscire allo scadere dei 6 mesi precisi,ciò vuol dire che se parti ad esempio il 28 luglio il 28 gennaio è la data ultima per poter uscire dal Canada senza essere considerato clandestino. Io infatti ho previsto la partenza per il Work Holiday per fine dicembre pochi giorni prima della scadenza. ps se non rispondono al tel prova ad inviare una mail solitamente rispondono!! ciao

Fabio&Elisa ha detto...

Ciao Salvo, intanto grazie per la risposta. In effetti secondo me sono gli uffici governativi in Canada che hanno notizie sbagliate pero' sai, la prudenza non è mai troppa. Per l'e-mail l'ho già mandata cosi' come l'ho mandata al consolato italiano a Toronto, spero che qualcuno mi risponda altrimenti mi toccherà andare direttamente a Roma in Ambasciata ad informarmi ed essendo di Genova è un po' scomodo. Grazie comunque.

Simona ha detto...

Ciao Fabio, innanzitutto confermo cio' che dice Salvo, l'ingresso in Canada col tuo WHV deve avvenire non oltre il 31 Dicembre, questa data del 25 Luglio non si e' mai sentita, e poi a cosa dovrebbe fare riferimento? Il programma ha validita' un anno, in questo caso tutto il 2009. Per quanto riguarda la tua altra domanda, a cosa esattamente ti riferisci con "permesso temporaneo"? Un visto di lavoro temporaneo o da turista? Nel primo caso: si', puoi fare domanda di immigrazione permanente dal Canada dimostrando che sei qui regolarmente e che lavori, nel secondo caso: no, devi fare la domanda dall'Italia o dal paese in cui risiedi. In bocca al lupo ;-)

Simona ha detto...

P.S. Col mio WHV avevo pianificato il viaggio dal 15 Giugno al 15 Dicembre, devo dire che all'ingresso in Canada gli ufficiali dell'Immigrazione mi hanno fatto un po' di "storie", sostenendo che il biglietto doveva essere per 6 mesi MENO un giorno, cioe' sarei dovuta ripartire il 14 Dicembre. Beh alla fine ho insistito dicendo che non potevo cambiare la data del biglietto di ritorno e mi hanno fatto passare.

salvo ha detto...

per Simona.
su questa cosa dei sei mesi precisi, mi ero posto il problema anch'io e ho scritto alla responsabile dell'ammbasciata, che mi ha risposto che le date dovevano coincidere; se però tu dici che ti hanno fatto storie vedrò di fare la prenotazione del volo in maniera adeguata.
per quanto riguarda invece la somma dei 1500 dollari sai se è cmq considerato valido per una coppia averne 3000 ma su un solo c/c intestato ad uno dei due??
magari è necessaria qualche dichiarazione?

Simona ha detto...

Ciao Salvo, riguardo questa cosa dei soldi non so se hai tu notizie piu' aggiornate delle mie! Secondo il sito del CIC Italia devi essere: "in possesso di almeno 1.500 dollari canadesi, come somma minima per il vostro sostentamento durante la durata del programma", al tuo ingresso in Canada. Per il WHV del 2007 venivano richiesti travel cheques e devo dirti che l'ufficiale dell'Immigrazione me li ha contati uno per uno! Ma ho sentito gente che diceva semplicemente di averli e sono andati bene. Molto dipende da chi troverai come ufficiale, non e' prevista comunque la presentazione di un saldo contabile di un conto corrente italiano, almeno a me non risulta.

Fabio&Elisa ha detto...

Ciao Simona, intanto grazie. Guarda la data del 25 luglio non so' proprio come possa essere venuta fuori, secondo me considerano i 6 mesi dalla data di emissione della lettera di introduzione e quindi commettono questo errore. Per quanto rigguarda il biglietto di ritorno noi lo abbiamo dopo un mese perchè il costo di 6 mesi era esorbitante pero' in compenso abbiamo anche già in mano la prenotazione per febbraio ossia alla scadenza dei 6 mesi. Direi percio' che su quello non dovrebbero esserci problemi.
Rimane comunque che la nostra intenzione è quella di riuscire a rimanere in Canada....vedremo.

salvo ha detto...

ma la tipa dell'ambasciata non mi ha scritto nella mail di differenze tra c/c,ha solo fatto riferimento ad un semplice estratto conto; cmq l'idea dei travel cheques non è male,ed è soprattutto facilmente realizzabile. vedrò cmq di avere delle info ancora più dettagliate da parte dell'ambasciata.

Simona ha detto...

Salvo per esperienza personale ti dico che i travel cheques sono costosi e poco convenienti, paghi il cambio a comprarli e a rivenderli. Io ti suggerirei di portarti contanti. In fondo 3000$ saranno al massimo 2000 Euro, fatti dare dalla banca 4 banconote da 500 Euro, cosi' non ti sentirai di portarti un malloppo dietro, poi se devi fare altri trasferimenti di denaro puoi farli una volta qui in Canada, anche perche' il conto in banca lo apri in un attimo, ti danno la carta bancomat gia' attiva immediatamente, anche il servizio di banking online e' subito attivo. Ora non so quando arriverai qui, ma considera che le banche lavorano anche il pomeriggio fino alle 18:00 e il giovedi' ed il venerdi' fino alle 20:00, compreso il sabato, per cui non avrai problemi a depositare la somma al vostro arrivo. Aldila' di tutto io non rischierei per una sciocchezza, metti trovi il pignolo...

salvo ha detto...

non ti nego che ai contanti ci avevo pensato, facendomi dare dalla banca un paio di tagli più grossi direttamente dollari e alla frontiera glieli faccio vedere, (cmq partirò già con un pò di dollari) pensavo però che fosse un problema alla frontiera perchè magari il C/C è considerato più sicuro (pensa se per assurdo all'uscita dell'aeroporto perdessi il portafoglio...)e magari l'ufficiale pignolo come dici tu mi faceva problemi.....vedremo!!!

Fabio&Elisa ha detto...

Ciao Simona, ti scrivo per dirti che ho scritto all'ambasciata e che abbiamo scoperto che mia zia aveva ragione, le nostre lettere di introduzione scadevano a luglio. Questo purtroppo era dovuto ad un errore dell'ambasciata. Fortunatamente ce ne siamo accorti e ci hanno annullato le vecchie lettere e ce ne hanno fatte due nuove con scadenza corretta al 31/12/09. Per fortuna che mia zia si è interessata altrimenti sarebbe stato un grosso problema.

Simona ha detto...

Ciao Fabio, perdonami la curiosita', ma tua zia come si e' fatta ad informare presso un ufficio Governativo Canadese di un visto vacanza/lavoro rilasciato in Italia? Solo con i vostri nomi o c'e' un codice? A questo punto direi bene che tua zia abbia verificato, ma come mai e' nata questa curiosita' di verificare? Era successo qualcosa? Che tipo di errore aveva fatto l'Ufficio Visti di Roma? Cosa c'era scritto sulla tua lettera del WHV?

Fabio&Elisa ha detto...

Ciao Simona. Allora mia zia si è informata (non senza difficoltà ovviamente) tramite il numero della nostra lettera di introduzione che ovviamente è associata ai nostri nomi. Suppongo si tratti di qualche ufficio immigrazione che ha in archivio anche i nominativi dei partecipanti al programma. Sul perchè mia zia si sia informata probabilmente è dovuto al fatto che voleva capire come entravamo e come avremmo potuto rimanere la ed ecco che è uscito questo problema. Per fortuna davvero. A questo punto pero' mi chiedo quanti siano nella nostra situazione con un visto che scade a luglio e non lo sanno. Non penso che solo noi due abbiamo avuto questo disguido.

salvo ha detto...

questa situazione dei visti sbagliati mi preoccupa alquanto!!! Fabio ma sulla lettera che hai adesso è menzionata la scadenza?? in che cosa differisce da quella prima?? mi mobilito anch'io adesso per vedere se ho tutto a posto...

Simona ha detto...

La cosa e' davvero singolare direi. Ma errare e' umano..
Comunque c'e' da dire che la burocrazia Canadese funziona bene, difficilmente sbagliano e se c'e' qualcosa che ha poco senso sono sempre pronti a riparare agli errori. Ogni anno arrivano qui in Canda migliaia di ragazzi da tutto il mondo con un WHV, non e' un'esclusiva dell'Italia ovvio, il Giappone (beati loro) ha accordi di un anno per il visto! Per quello anche alla dogana, gli ufficiali dell'Immigrazione sono abbastanza preparati a riguardo. Ma la prudenza non e' mai troppa...

Fabio&Elisa ha detto...

Salvo la lettera di introduzione è esattamente uguale all'altra, c'è il nome, il numero e scritto che ora si puo' viaggiare per il Canada senza nessuna scadenza. Suppongo che effettivamente sia come dice Simona, errare è umano infatti mi hanno subito annullato la vecchia lettera e inviato quella nuova con scadenza 31 dicembre. comunque penso che il problema sia sorto perchè penso di essere stato uno dei primi a fare domanda (3 giorni dopo che è comparso sul sito avevo già inviato tutto) e mAGARri con i primi hanno commesso questo errore. Comunque direi che informarsi è meglio.

salvo ha detto...

ho inviato la mail all'ambasciata per avere qualche info. io cmq la richiesta l'ho fatto a metà febbraio speriamo che vada bene!!!

salvo ha detto...

ho ricevuto la mail di risposta dell'ambasciata e la responsabile mi ha confermato che c'è effettivamente un problema con alcuni visti con scadenza luglio 2009. Stanno verificando la mia posizione. vedremo....

Simona ha detto...

Fabio allora digli che sei venuto qui, il visto ti scadeva in un mese e sei tornato in Italia, con conseguenti disagi. Al piu' puoi far finta di niente se, come indennizzo, ti danno altri 6 mesi in piu' sul tuo WHV!! :-D

Fabio&Elisa ha detto...

Oramai mi sa che è tardi Simona. Mi hanno già cambiato la lettera di introduzione e questa volta ha scadenza 31 dicembre percio' direi che sono in regola ora....per fortuna. Comunque la tua non era una brutta idea. In effetti pero' se ci sono questi visti sbagliati è un grosso problema per chi non ne è al corrente. Mi auguro per loro che l'ambasciata mandi una e-mail per avvisare. Sarebbe quantomeno corretto.

salvo ha detto...

ho ricevuto la mail dall'ambasciata e per quanto riguarda la mia lettera è tutto a posto posso entrare in Canada entro il 31-12.ringrazio fabio per aver evidenziato ugualmente il problema

Fabio&Elisa ha detto...

Bene Salvo mi fa piacere.

ale ha detto...

ciao, anch'io ho un Working Holiday Visa. per uno che ha una laurea in ingegneria meccanica e si occupa di progettazione in quale regione del canada sarebbe meglio andare?

salvo ha detto...

simooo!!! vogliamo uno nuovo post sul quale confrontarci!!!

Simona ha detto...

Ehi Salvo, ne ho uno in lavorazione sulla TTC.... ;-)

aurelia ha detto...

Ciao Simona, sono ancora io!
Volevo chiederti qual'è il mese migliore per visitare Toronto? Io pensavo di partire a Luglio, che ne pensi? Per la casa invece, dove consiglieresti di cercarla..in quale quartiere? Ho dato un'occhiata alla mappa della città..woow..Toronto è enorme e non saprei proprio da dove iniziare. Grazie mille!

Simona ha detto...

Ciao Aurelia, penso che in estate sia bellissimo tutto il Canada quindi non dovresti sbagliare ;)
Per dove vivere anche questa non e' una domanda semplice. Toronto e' cosi' grande. In linea generale cmq immagino che downtown vada sempre bene, in particolare se trovi un alloggio vicino Yonge St., che vuol dire vicino alla metropolitana piu' importante di Toronto. In bocca al lupo ;)

Anna Mary ha detto...

ciao simona, complimenti per il tuo blog! ho un quesito importante da farti, siccome a breve uscirà lìholiday work volevo chiederti se per le fotocopie del passaporto devo fare solo le pagine numerate 4-5 6-7 cioè quelle in cui ci sono i miei dati la data di scadenza del passaporto ecc. per favore fammi sapere!! vorrei compilare la domanda in modo esatto.grazie mille