giovedì 26 aprile 2012

Grandparent Super Visa

Il concetto di sponsorship é per molti - inclusa me - un altro dei processi per l'immigrazione in Canada che appare poco chiaro e troppo ricco di varianti. È normale che chiunque faccia questo tipo di applicazione voglia ricongiungersi con i propri cari nel modo piú semplice ed indolore possibile.
Ma a quanto pare dal primo Dicembre 2011 Canadesi o Permanent Resident non possono piú sponsorizzare genitori e/o nonni. Questo processo di immigrazione é stato bloccato, allo scopo di ridurre le lunghe liste di applicanti, per la durata di 24 mesi a partire dal Dicembre 2011. Per compensare a questa decisione peró il Governo Canadese ha attuato un nuovo programma chiamato Grandparent Super Visa, che dá la possibilitá a genitori e nonni di visitare in Canada le proprie famiglie fino ad un massimo di 2 anni dalla data di rilascio del visto.
Anche in questo caso l'ufficio visti effettuerá una serie di controlli sui candidati per valutarne l'eleggibilitá (es.: ragione della visita, situazione finanziaria della famiglia, stabilitá politica del paese di origine e via dicendo). Oltre ai vari fattori per l'ammissibilitá a questo programma i candidati dovranno dimostrare che i propri figli/nipoti siano finanziariamente in grado di provvedere a loro, dare prova di aver stipulato un'assicurazione medica Canadese oltre che ad un completo esame medico. 
Questo tipo di Visto é decisamente molto simile a quello turistico, di durata superiore ma sprovvisto dei vantaggi di un residente.

28 commenti:

francesca ha detto...

Devo essere sincera. Ti invidio.
Io e mio marito vogliamo fuggire. Il solo passo che ho fatto ora è quello di mettermi a ripassare il francese e mio marito di impararlo da zero.
Devo mettermi in moto per fare tutti i documenti. Ma dopo avere letto il tuo post credo che sarà tutto inutile. Non credo riusciremo mai a "traslocare"
Io non ho particolari skills. So fare un pò di tutto. Mio marito è falegname. Abbiamo già un acerta età e abbiamo due bimbe.
A giugno partiamo per il quebec e speriamo di trovare qualche sbocco.

Simona ha detto...

Ciao Francesca, ci vuole piu' determinazione! Non e' semplice e' vero ma ne vale la pena ;)
Magari il lavoro di tuo marito e' molto richiesto in Quebec e potreste trovare un datore di lavoro disposto a sponsorizzarvi!
In bocca al lupo

Monsieur Luca Parodi ha detto...

Ciao simona, innanzitutto complimenti per lo splendido blog, fonte d'ispirazione e di ottimi consigli per me e per la mia stravagante idea di emigrare in canada a studiare e lavorare a 18 anni. Ti pongo un quesito che purtroppo non riesco a risolvere in giro per la rete. Sto frequentando per la seconda volta il terzo liceo e (purtroppo) anche quest'anno ho avuto un intoppo e mi sono dovuto fermare negli studi, perdendo un altro anno. Dovrei quindi fare, per la legge italiana, il terzo anche il prossimo anno. La mia domanda è: posso frequentare un programma AP o IB in una high school canadese, nonostante queste bocciature? E' richiesto l'obbligo di sapere l'inglese o ti viene insegnato all'interno dei programmi di studio? E poi, è possibile frequentare un college con dormitorio e trovarsi un lavoro part-time per il pomeriggio o la sera? Grazie in anticipo delle tue risposte. Sono disperato, a Roma non si trova il modo di avere queste informazioni in modo chiaro e conciso...

francesca ha detto...

hai ragione bisogna essere più determinati. E così ci siamo iscritti ad un corso di francese. Sembrerà poco ma per noi due che lavoriamo abbiamo figli un'ora alla settimana dedicata allo studio è tanto. Durante il giorno tra una puasa di lavoro e l'altra navigo e prendo info per emigrare. Adesso con mio marito stiamo allargando il ns. spettro di azione anche fuori dal Quèbec. Come ti ho già accennato in giugno saremo ospiti di amici vicinoa Montrèal e lì vedremo un pò se troveremo qualcuno disposto a sponsorizzarci.
Solo un'unformazione, per il momento. Non riesco a capire se i documenti da allegare al CSQ possono essere tradotti da "chiunque" e basta farli "registrare" in tribunale o mi devo rivolgere ad un traduttore autorizzato?.
Grazie per la risposta...ti invidio tanto sai? qui va sempre peggio e noi che lavoriamo in prorpio siamo vessati ogni giorno di più.
ciao
Francesca

Vagabonda ha detto...

ciao, ti invio i miei complimenti perchè hai aperto un blog utile ed interessante, mi piacerebbe avere un tuo post nel mio blog http://www.viaggiare2012.blogspot.it/
potrebbe risultare utile a tante persone dato che è rivolto a gente che vorrebbero cambiare vita..!
ti aspetto mille grazie

Simona ha detto...

@Luca: questa cosa dell'high-school non mi risulta, di solito sono minorenni quelli che vanno alle scuole superiori per cui senza uno stato di residenza non puoi iscriverti a scuola, immagino sia la stessa cosa anche se tu abbia superato i 18 anni. Cmq scuola o universita' che sia devi superare test di lingua altrimenti non ti accettano l'iscrizione, a meno che non sia un corso di Inglese privato a pagamento. Ma ovvio non ti rilascia nessun titolo accademico.
I college qui sono un'alternativa a basso costo (ed aggiungerei anche a basso valore) alle Universita', non sono le scuole private come le si immagina da noi, forse quello e' un modello Europeo, non so dire pero'...
@Francesca: la traduzione deve solo essere autenticata, puoi farla fare da qualsiasi centro lingue che esegue traduzioni. Credo in Italia ci siano centri che facciano entrambe le cose, forse quello conviene ;) In bocca al lupo e buon viaggio verso il Quebec!
@Vagabonda: ciao e benvenuta nel blog, mi piacerebbe darti il mio contributo ma a mala pena ce la faccio a pubblicare un post sul mio di blog!! Cmq provero' ;)
Grazie per l'offerta!

massimo rap ha detto...

Ciao Simona, io e mia moglie insieme alla nostra bambina di 5 anni stiamo seriamente valutando la possibilità di emigrare grazie ad una sponsorizzazione di uno zio di lei in Toronto. Premetto che quasi tutti gli zii di mia moglie vivono in Canada da oltre 60 anni; economicamente stanno bene; ma il nostro dubbio resta: qual'è attualmente la politica dell'immigrazione, ovvero un caso del genere ha possibilità di giungere a buon fine ed in quali tempi?!? Non c'è consolato, ambasciata, ufficio immigrazione che possa trattare personalmente con il pubblico, solo voci registrate e websites ufficiali che indicano tempi di attesa ed elaborazione delle pratiche da almeno 6 mesi fino a 18/24. Ho paura che la bambina inizi la scuola italiana e poi soffra troppo il cambiamento. Saluti, Massimo

Simona ha detto...

Ciao Massimo, l'ufficio Visti di via Zara a Roma riceve anche il pubblicoe....a modo loro danno anche delucidazioni sui processi di immigrazione in Canada. Che tipo di sponsorizzazione lo zio vuole fare? Sapete gia' le leggi sugli sponsorship? La parentela sola non basta ovvio...serve un'offerta di alvoro accettata dall'HRSDC con LMO positivo.
Cmq dai un'occhiata a questo post per altri chiarimenti. In bocca al lupo ;)

massimo rap ha detto...

Grazie Simona per la risposta. Purtroppo non è affatto sufficiente la parentela in quanto per sponsorizzare la nipote dovrebbe essere orfana e under 18. Mi sembra che emigrare oggi, per una famiglia, risulta quasi impossibile.

Simona Gelao ha detto...

Ciao Simona,

anch'io mi chiamo Simona e sono tornata da tre giorni in Italia dopo un soggiorno magnifico nella tua terra, dove sono stata per fare visita a mio fratello e mia cognata (nata in Canada) e i miei nipoti. La famiglia di mio fratello si trasferirà in Canada con ogni probabilità l'anno prossimo ed io... durante questo mese e mezzo ho conosciuto il ragazzo con cui ho iniziato una storia a distanza, col desiderio di fuggire dall'Italia per trovare quello che ho considerato il mio posto nel mondo.
Sai spiegarmi se è possibile chiedere un permesso di soggiorno come conviventi?
Nel frattempo io sto per finire la specializzazione in Lettere, mi sono laureata con il massimo dei voti e so parlare perfettamente il francese, oltre ad avere una buonissima conoscenza dell'inglese. Ma con la mia laurea in Lettere e senza un'abilitazione all'insegnamento, che in Italia ormai puoi solo sognare, secondo t quale lavoro potrei fare?
Essendomi laureata in Lettere, credi potrei iscrivermi al Teacher College per prendere lì l'abilitazione? O mi rifiuterebbero l'iscrizione?
Sto cercando in realtà il metodo più veloce per ottenere il permesso di soggiorno, per poter lavorare e mantenermi tutte le volte che torno in Canada. Prossimo viaggio in ottobre.
Grazie per il tuo blog meraviglioso!
Spero di poter trovare presto il modo migliore per restare accanto alla persona che amo e nel paese di cui mi sono innamorata!

Simona ha detto...

CiaoSimona, per poterti sponsorizzare, il tuo ragazzo, dovreste aver vissuto insieme per almeno un anno continuativo altrimenti non soddisferesti i requisiti richiesti. Ma anche per un matrimonio ci sarebbe da dimostrare prove di viaggi insieme, telefonate, lettere, foto. Purtroppo ci sono un sacco di truffe fatte da paesi come l'India e la Cina che organizzano matrimoni finti per poter immigrare in Canada per cui il Governo Canadese non accetterebbe la tua "situazione".
Ma se hai meno di 35 anni potresti chiedere un Working Holiday Visa di 6 mesi ed intanto venire qui e lavorare stando, allo stesso tempo, con il tuo ragazzo.
In bocca al lupo ;)

Simona Gelao ha detto...

Grazie per la risposta... Il Working Holiday Visa non si può più richiedere credo fino a dicembre... mi ero già informata... Lui mi sta aiutando a cercare lavoro per poter fare richiesta di permesso di soggiorno in base alla presenza di un contratto. Quanto è complicato mamma mia! Crepi il lupo e spero la mia laurea in Lettere non sia del tutto inutile!

Roberta Baldini ha detto...

Ciao Simona, mi chiamo Roberta. E' da qualche settimana che mi gira in testa di venire ad abitare a Toronto, precisamente a Woodbridge dove risiedono da tanti anni i miei parenti. Io, mio marito e i miei due bimbi stiamo valutando questo cambiamento della nostra vita ma leggendo i vari post mi sto rendendo conto che sembra davvero difficile entrare in Canada. Innanzitutto, visto il passo da gigante, stavamo pensando che in ogni caso sarebbe meglio provare a viverci almeno per due-tre settimane per tastare il terreno (lavoro, scuole, corso di inglese...etc), una piccola esperienza l'abbiamo già avuta io e mio marito nel 2000. Poi pensavamo al visto tramite il consenso dei miei parenti. Ma quanto tempo ci vuole per avere il visto? quali garanzie devono dare i miei parenti per noi? proprio ieri ho parlato con mia zia ma ancora non le ho detto niente perchè prima vorrei sapere cosa le devo chiedere e cosa dovrà fare per noi, ci puoi aiutare tu? Poi avrei tante domande da farti: in breve, se diventiamo resident permanent poi possiamo diventare cittadini canadesi o dopo 2 anni dobbiamo tornare in Italia? per i bimbi ci sono le scuole gratuite anche per noi? l'assicurazione sanitaria quanto ci costerà all'anno? Per aprire un'attività la burocrazia è come in Italia? ci sono agevolazioni per nuove attività? Grazie mille per le tue cortesi risposte! Appena mi rispondi ne parlerò con mio marito e proverò a telefonare a mia zia. Ancora grazie, Roberta.

Carmine Ientilucci ha detto...

Ciao Simona, mi chiamo Carmine, mia moglie ed io con una bimba di appena di 2 anni stiamo sognando un futuro in canada. Ho letto le informazioni sul tuo blog e devo dire che stai facendo davvero un bel lavoro, ma sono un pò scoraggiato dalla difficoltà di essere accettati. Ho uno zio a Calgary che senza problemi mi darebbe da lavorare come operaio in una grande azienda di cucine, mia moglie ed io mastichiamo a livello scolastico l'inglese in più lei ha studiato anche il francese...secondo te abbiamo qualche punto in più rispetto ad altri che magari non conoscono nessuno? Ah! Dimenticavo mia moglie ha una pizzeria ed io sono operaio, mi chiedevo se era fattibile mettermi in aspettativa un anno ed andare a provare in canada? Grazie Simona per un eventuale risp. e scusa magari la ripetizione degli argomenti ma ho bisogno di un pò di incoraggiamento...ciao grazie

Simona ha detto...

@Carmine lentilucci: Hai meno di 35 anni?
Che possibilita' ci sono che tuo zio ti sponsorizzi?

Carmine Ientilucci ha detto...

Purtroppo ho 37 anni e per quanto riguarda il posto di lavoro mio zio dice che non c'è problema...posso fare l'operaio dove lavora lui, ma si è raccomandato niente "in nero", tutto regolare. Che ne pensi Simona?

Carmine Ientilucci ha detto...

io ho 37 anni e non capisco cosa intendi per sponsorizzare, ma mio zio mi farebbe una vera e propria assunzione.

Simona ha detto...

@Carmine lentilucci: un datore di lavoro in Canada, prima di poter assumere uno straniero deve andare incontro un processo di sponsorizzazione che prevede inoltre una domanda di LMO - da parte del datore di lavoro stesso - per poter dimostrare al Governo Canadese che - prima di assumere te - ha attivamente provato ad assumere un Canadese/Residente ma senza successo.

Carmine Ientilucci ha detto...

Capito! Grazie ma a questo punto non penso che la società in cui lui lavora si metta a fare imbrogli, come accade qui, per assumermi. Sono scoraggiato, ma grazie ugualmente e in bocca al lupo per tutto, ciao.

Francesco ha detto...

Ciao Simona!
È da 3 giorni che leggo e rileggo il sito del Governo canadese per quanto riguarda le sponsorizzazioni e le pratiche da seguire per l'immigrazione in Canada.
Ma...dopo 3 giorni su quel sito ancora non ho capito se io posso essere sponsorizzato da:
Zio canadese, non coniugato, senza figli e senza parenti.
È convivente con una donna canadese.
Genitori deceduti anni fa.
Ha 2 fratelli qui in Italia, ma hanno più di 18 anni.
Io sono uno di 3 nipoti, ho 36 anni e sono sposato.
Che ne dici??
Grazie grazie grazie!
Francesco

toelettatura cani e gatti ha detto...

Buonasera Simona!
Esiste qualche possibilità per trasferire in Canada un'impresa artigiana attiva da circa vent'anni?
Io conosco abbastanza il Francese e sono in grado di dimostrare l'esistenza di un reddito da pensione ed uno da affitti. Mia moglie ha invece qualche proprietà in sud America.
Grazie anticipatamente e spero vorrà rispondermi.

Simona ha detto...

@Francesco: no la sponsorizzazione e' solo tra coniugi e figli minori.

@toelettatura cani e gatti: puoi fare domanda alla provincia specifica dove vuoi emigrare, con un piano di investimento e programma della tua attività. Leggi questo post per qualche dettaglio.

Francesco ha detto...

Simona grazie per la tua risposta!
Ti riporto testualmente quanto scritto nel sito del Governo canadese:

Note: You can sponsor one relative regardless of age or relationship only if you do not have a living spouse or common-law partner, conjugal partner, a son or daughter, parent, grandparent, sibling, uncle, aunt, nephew or niece who could be sponsored as a member of the family class, and you do not have any relative who is a Canadian citizen or a permanent resident or registered as an Indian under the Indian Act.

Da qui il mio dubbio: se mio zio canadese è solo, non è sposato, non ha figli, nè nipoti, in teoria potrebbe sponsorizzarmi, no?

Simona ha detto...

@Francesco: tuo zio ha una convivente quindi immagino siano in common-law che e' tipo matrimonio qui. Cmq prova a chiedere in Ambasciata per ulteriori chiarimenti.

miriam haidara ha detto...

Ciao Simona, io vorrei trasferirmi in Canada ho 20 anni e ho una zia residente a Ottawa, cosa mi consigli di fare essendo che , da quanto ho capito non basta avere un parente per ottenere un visto ?

Marco .G ha detto...

Ciao Simona, sono disperato...
e' l'ottawa volta che provo ma non riesco proprio a venire a lavorare in canada!!!
Un forte abbraccio
Marco

Marco .G ha detto...

Ciao Simona, sono disperato voglio venire in canada ma non riesco proprio...ed e' l'ottawa volta!!!
Un forte abbraccio
Marco .G

Unknown ha detto...

Ciao Simona complimenti per tuo blog.
Mi chiamo Said,sono cittadino Italiano che attualmente vivo e lavoro in Germania.
da sempre ho sognato vivere in Canada.
ho parenti a Vancouver vorrei sapere possibile entrare in Canada con visto turistico e andare a cercare lavoro e dopo fare documenti necessari per prendere permesso di lavoro e residenza?
gentilmente mi può dare informazione,la ringrazio di anticipo.