mercoledì 26 novembre 2008

Le Banche in Canada

In Canada, come in molti paesi del mondo, non si può fare a meno di avere un conto in banca. Quando si arriva qui però, ci si rende conto che non si può fare a meno di avere anche una carta di credito. Le banche in Ontario sono poche, almeno rispetto all’Italia direi. Ci sono anche qui grandi nomi come: TD Bank, Scotiabank, RBC e via dicendo. Toronto è il centro finanziario di tutto il Canada. A downtown sono concentrate tutte le filiali delle più importanti banche canadesi, anche la BMO (Bank of Montreal) ha stabilito il suo headquarter qui in città, dopo un referendum di qualche anno fa che prevedeva il distaccamento del Quebec dal resto del Canada (con conseguenze disastrose per il Quebec stesso, che gode dei contributi del Governo Canadese annualmente). Il centro città, pieno di grattacieli, è infatti chiamato: financial district, un posto suggestivo direi, eguagliabile solo alla NYC di Wall Street, è facile vedere camminare a passo svelto o fermi in fila in qualche Starbucks tutti i professionisti del settore finanziario canadese. E proprio qui, dove il financial sector ha la sua massima espressione, tutto, dai negozi agli stipendi, alle case, assumono prezzi e valori molto diversi dal resto della città e, ovvio, dal resto dell’Ontario.
Parlando di banche e personal account io ho aperto il mio conto in quella che si può dire la più grande banca a Toronto (e non solo…) la Toronto Dominion Bank (TD Bank). E’ facile rendersi conto quanto potere abbia questa banca sull’economia del Canada. Ogni angolo, ogni centro commerciale, piccolo grande che sia, ha una filiale di questa banca, le Green Machines (sportelli) sono ovunque. Solo nell’Eaton Center (il Mall di Toronto)ci saranno almeno 10 sportelli automatici! Credo che anche nel più misero convenience store, tra la farmacia, l’alimentari e l’edicola ci sta anche una filiale della TD Bank. Mi sto convincendo del fatto che abbiano una sede ogni 100mq! Ma, in qualsiasi banca si decida di aprire il proprio conto corrente, si avrà anche la necessità di avere una carta di credito. Ad esempio per pagare bollette, noleggiare un auto o pagare l’affitto di casa. Solitamente una banca richiede un minimo di credit history per accordare carte di credito con alti massimali. Per chi, come me, arriva in Canada senza alcun precedente in crediti è difficile avere grossi massimali. In genere vi viene proposta una carta di credito base, con un credito di $500 mensili, col tempo questa cifra, per i buoni creditori, può andare aumentando, così da soddisfare ogni personale esigenza. C’è però un’altra alternativa a questa scelta, che è quella che ho fatto io. Se si ha a disposizione un minimo di fondi (ad esempio la propria proof of funds), è possibile vincolare parte di questi soldi e considerarli come tetto massimo mensile della propria credit card. Ad esempio: la banca viene autorizzata a prelevare dal proprio conto $3,000 e a garantirci una carta di credito di pari valore. In realtà i soldi sono sempre disponibili e l’uso della carta stessa non inficia il totale della cifra, servono solo come una sorta di garanzia per la banca. Un consiglio che do a tutti è quello di chiedere sempre degli assegni temporanei quando si apre un conto.

5 commenti:

gaetano ha detto...

Ma quanto costa tenere un conto corrente. Ci sono tutte quelle spese che si sopportano in Italia

Simona ha detto...

Ciao Gaetano, dipende dal tipo di conto che ti apri. Ci sono alcuni conti che sono gratuiti a patto che mantieni un minimo ammontare sul conto stesso. Se vai a questo link della TD puoi avere una lista deipossibili conti bancomat disponibili. La stessa cosa si avrà per altre banche.

Gian marco Tacchini ha detto...

Ciao Simona,
fra 20 giorni arriverò a Toronto con visto studypermit della durata di 6 +6 mesi avrò la possibilità di aprire un conto senza nessun lavoro ma solo del MIO capitale da inserirci per mantenermi?
Grazie per la risposta.

irene lucia scarpa ha detto...

Da che età si può avere un conto in banca in canada?

irene lucia scarpa ha detto...

a che età i giovani possono avere un conto in banca?