sabato 7 febbraio 2009

Un Medico di Famiglia

Uno dei passi fondamentali da fare, una volta che si ottiene la tessera OHIP, è trovare un medico di famiglia, anche detto Medico Generico (General Practitioner) o G.P. In molte regioni del Canada trovare un Medico Generico, che accetti nuovi pazienti, può essere un'impresa ardua. Fortunatamente in grandi città, come Toronto, Vancouver o Montreal questo fenomeno è meno sentito. Il medico di famiglia qui, è colui che conosce (o conoscerà) la tua situazione di salute negli anni. Molti dei normali periodici check-up vengono fatti presso lo studio del medico stesso. Il tuo medico avrà un registro delle tue condizioni di salute e le cure che hai avuto, sarà colui che più conosce te e la tua famiglia. Ma come trovare un medico di famiglia? Esiste un servizio appositamente studiato per questa necessità: Trova il tuo Dottore (Find a Doctor) del Collegio di Dottori e Chirurghi dell'Ontario. Basta visitare il sito a questo link, inserire basilari informazioni (tipo: dottori che accettano nuovi pazienti, città, lingua, etc.) e si otterrà una lista dei Medici disponibili nell'area ricercata. Ci sono anche altri modi per trovare un dottore; come consultare le pagine gialle o chiedere ad amici e parenti se i loro dottori accettano ancora nuovi pazienti.
Non consiglio di aspettare di essere malato per cercare un medico di famiglia. Le attese per gli appuntamenti possono essere lunghe settimane! Può capitare, che nella propria area di residenza, non si riesca a trovare un dottore che ancora accetti nuovi pazienti. In quel caso, bisognerà recarsi presso le cliniche mediche, senza appuntamento. Queste cliniche hanno dottori, infermieri e altri professionisti della salute. Molti ospedali hanno cliniche senza appuntamento proprie per i casi che non sono emergenze sanitarie. Alcune cliniche hanno un orario prolungato, quindi è possibile fare una visita dal dottore la sera e anche durante il weekend. Una visita nelle Walk-In Medical Clinic non è mai come andare dal medico di famiglia, tuttavia, si riceve lo stesso attenzione da parte di un dottore. In genere, non c'è bisogno di appuntamento per queste cliniche, ma molto probabilmente le attese potrebbero prolungarsi per ore prima di vedere un dottore. Per trovare la più vicina clinica si può consultare le Pagine Gialle o ricercare su questo link la lista delle Walk-In Medical Clinic presenti in Ontario.
Dopo aver ricevuto la mia tessera OHIP mi sono trovata di fronte la necessità di trovare un Medico di Famiglia, e devo ammettere che, non avendo la più pallida idea da chi partire, mi sono fatta influenzare da una serie di fattori che per nulla qualificano la persona da me scelta. Ebbene ho effettuato la mia ricerca per locazione, sesso e lingue parlate. Alla fine, come potrà sembrar logico intuire, ho trovato una dottoressa di origini italiane che opera a 2 passi dal mio ufficio. Devo dire comunque che mi ha positivamente colpita, mi ha fissato subito un appuntamento per fare un controllo completo del mio stato di salute, da effettuare direttamente presso lo studio. Appuntamento fissato per il 31 Marzo!

5 commenti:

Mario ha detto...

Ciao Simona, cavolo che meticolosita`, davvero complimenti per la tua attenzione ai particolari, nulla a che vedere con il nostro blog http://vivereincanada.blogspot.com/che al confronto sembra una barca alla deriva. Comunque linko al solo scopo di dare qualche info in piu` eventualmente, anche per sentirmi meno frustrato. Sono felice che tu sia gia` in Canada, e a chi dice che il trasferimento in Canada e` lungo ed estenuante, dico "non mollate mai", ne vale davvero la pena. Per chi, come noi, e` andato a vivere all`estero, l`Italia e` ancora piu` assurda vista da fuori, e, mio malgrado, non ci manca poi tanto. Cosa si trova fuori dall`Italia di diverso:
rispetto, degli altri verso gli altri;
Civilta` (senso civile) e rispetto per tutto cio` che ci circonda;
Oppurtunita` (il direttore della mia banca ha 33 anni!);
Disponibilita` senza secondi fini; ecc, ecc, ecc.
Ora, come mi e` gia` capitato diverse volte, molti diranno: ma come mai il Canada e` cosi` perfetto? Sara` tutto vero?" A questi io rispondo: siete come le aragoste nella pentola appena messa sul fuoco, non vi rendete conto che l`acqua sta` iniziando a bollire, perche` la temperatura cresce piano piano, ma la direzione e` quella. Io non suggerisco a chiunque di venire a vivere in Canada, ma dico solamente che fuori dall`Italia c`e` un mondo molto ma molto migliore. Non sprecate la vostra vita in un paese che premia solo le caste e gli individualisti, non restate in un paese dove la sola parola d`ordine per la classe media (il 90% della popolazione) e`:sopravvivere! Se non per voi, almeno per i vostri figli. Noi Italiani siamo davvero molto ma molto piu` avanti di chiunque altro nel mondo (e da quando siamo qui, e` ancora piu` evidente) abbiamo una creativita` un gusto ed una versatilita` che non ha pari in nessun altro paese. Siamo ricchissimi di talento e di intelligenza, per cui non abbiate mai paura di confrontarvi con gli altri, perche` noi ne` usciremo sempre a testa alta. Non dimenticate mai che noi siamo, i Ferrari, i Renzo Piano, I Fuksas, i Dario Fo, gli Umberto Eco e i Franco Rosso e molti altri, e solo che per poterlo dimostrare dobbiamo fare le valigie e partire, perche` nel nostro paese non bisogna essere capaci, ma essere amici di qualcuno! Quindi se non siete amici di qualcuno....

Simona ha detto...

Ciao Mario! Sono contenta che sei venuto a fare "visita" al mio blog! Ti avevo già blogrollato!! Non hai visto!? E dire che proprio un anno fa, abbiamo fatto una lunga chiacchierata al telefono, ricordi? Parlando dei progetti futuri, della vostra partenza ad Aprile e di tutti i miei documenti dell'Application for PR. Devo dire che sembra sia passato più tempo...
Comunque condivido pienamente ciò che dici, nonostante le difficoltà che sto incontrando qui per stabilirmi, se penso di dover tornare a Roma, mi viene dentro un'angoscia! Non credo che sarebbe facile rinunciare a tutto questo. La mia famiglia è l'unica cosa che mi manca dell'Italia, posso dirlo tristemente...e lo shopping capitolo ovvio! :-)
Saluti ad Alessia!

Ruzi ha detto...

Ciao il tuo blog è molto utile, volevo farti una domanda che può sembrar banale ma per me è fondamentale... Allora, sono medico neolaureato, donna, ho una mezza idea di provare la via canadese, sai cosa mi spaventa più di tutto? La temperatura! E' sopportabile? Il riscaldamento costa?

Simona ha detto...

Ciao Ruzi, beh non posso non dirti che il Canada sia un paese freddo. Ma a dire il vero io ho sofferto più il freddo a casa mia a Roma che qui, al contrario sono sempre sbracciata a casa e il tempo che trascorri fuori è sempre inferiore ai 5 minuti. Parcheggi sotterranei, centri commerciali collegati con la metro e via dicendo. Tutti congelerebbero a -15°, per cui i Canadesi si sono "attrezzati". Non si soffre molto, a parte la mancanza delle attività out-door certo.
Come medico, al posto tuo mi preoccuperei di più di come fare ad entrare nel mercato del lavoro canadese, perchè una volta che ci riesci non avrai problemi di quanto ti possa costare il riscaldamento.
Qui la sanità è quasi un monopolio ebreo, ci sono medici che fanno i tassisti e la gente non può trovare un medico di famiglia in molte città. C'è da chiedersi come mai...

Dario ha detto...

Cara Simona, ho trovato il tuo blog casualmente e l'ho trovato subito utile per il mio eventuale futuro. Mi chiamo Dario, ho 33 anni e sono un medico chirurgo con specializzazione in anestesia e rianimazione. Non ho famiglia e mi piacerebbe venire in Canada a lavorare come medico generico o come specialista. Pensi ci si possibilità? Ti lascio una mia mail doctordocbrown@gmail.com grazie di cuore, Dario