venerdì 29 ottobre 2010

Una licenza per gli alcolici in Ontario

Da un pò di settimane a questa parte ho deciso di fare un altro passo verso il lungo ed intricato processo di integrazione nella comunità Canadese, così ho deciso di trovarmi un secondo lavoro. Questo spinta anche dal fatto che molti dei miei weekend cominciavano ad essere monotonamente noiosi per me che ferma non so stare. Pur continuando a rimanere fedele alla mia passione per l'IT e al mio lavoro in TD mi sono chiesta cos'altro sarei stata capace di fare. Risposte: non ne son venute fuori molte...ma ho pensato che l'aver lavorato praticamente quasi tutti gli anni della mia vita nell'attività commerciale dei miei genitori mi avrebbe potuto dare il la per iniziare un nuovo percorso professionale parallelo. Così ho deciso di interessarmi al settore dell'hospitality proprio quando il mio nuovo indirizzo è nel mezzo dell'Entertainment District della Toronto downtown. A tal proposito sono stata consigliata dal mio amico Gino (con cui condividiamo la passione verso i Boston Cream di Tim Horton's) di dotarmi della licenza SmartServe. Voglio precisare che qui in Ontario la distribuzione degli alcolici è regolata a livello provinciale. Solo negozi con marchio LCBO (Liquor Control Board of Ontario) o licenziati da LCBO possono vendere o commercializzare alcolici. Come anche in Italia, in Ontario serve una licenza per poter servire alcolici e permessi speciali anche per occasioni quali: matrimoni, cerimonie e così via...con varie differenze ovvio. Oggi in Ontario per poter lavorare in qualsiasi locale in cui vengono serviti alcolici è obbligatorio possedere questa licenza, si includono: barman, camerieri, proprietario del locale, manager, buttafuori, security etc etc.
Prendere questa licenza è semplice come buttare giù uno shot di tequila. Il costo è di 40$ ad oggi e non c'è data di scadenza. Il tutto può essere fatto online con un corso diviso in 3 sezioni e un test finale di 25 domande. Dopo il superamento del test viene rilasciato un codice provvisorio da stampare che verrà poi sostituito dalla tessera recapitata direttamente all'indirizzo fornito in fase di registrazione. Il corso online mira a rendere chiare tutte le leggi, gli obblighi e i doveri di chi serve alcolici in Ontario. Chi vende gli alcolici è responsabile di chi ne fa un uso eccessivo, in caso di incidenti o simili possono esserci gravi ripercussioni legali.
Ricordando che è una criminal offence guidare con un tasso di alcol nel sangue superiore a 0.08 (80mg/100ml) non poteva mancare anche su questo blog la onnipresente frase: don't drink and drive!

124 commenti:

Quetzalcoatl ha detto...

Primo commento!
...del post e del blog! (per me...)
Un salutone a tutti!!!
Gino.

Simona ha detto...

Gino non e' che hai commentato molto cmq :)
Dovevi darci qualche tua perla da consumatore di alcolici...ehm voglio dire venditore di alcolici...

Salvo ha detto...

Simo ma vuoi lavorare sempre?? cmq se ti servirà un supporto per il vino tienimi presente (sto iniziando qui il corso per sommelier)!!! ciao

ps: come faccio a riprendere i dati di registrazione per il tuo blog? anche io sono un follower!!!

Simona ha detto...

Salvo e' il tuo account gmail! Indirizzo email e password che usi per la posta. Ti vedo ancora tra i followers ;)

P.s. il corso da sommelier qui ti potrebbe essere davvero utile!!

Alessandro ha detto...

E quindi? Non ho capito quale sara` o e` gia` il tuo secondo lavoro. Vendierai taser? Ti candierai a sindaco di MissAurora? Venderai giornali? Inventerai un c...o di tastiera americana che non cambia i caratteri all'improvviso? Comincia a fa' un po' freschino (detto come fece Alessandro Benevenuti in un film di cui non ricordo il titolo). Quante zucche hai intagliato? Andrai sicuramente a quaclhe festa downtown, come ti vestirai? Ieri su Q107 riflettevano che le donne si vestono sempre da sexy-something: poliziotta, camionista, infermiera, donna delle pulizie, persino suora, ma rigorosamente sexy. Seguirai il trend? Stamattina anche le maestre d'asilo dei pupi avevano le curve di fuori. E poi Fransua` si permette di criticare il sistema dei daycare! In miniera dovrebbero spedirti, ingrato separatista francofono! Quanto bendiddio! Viva Halloween

Simona ha detto...

Miiii ho detto che mi butto nell’hospitality! Tipo quindi: bar, ristoranti, ma anche negozi e robe simili. Anzi sabato scorso ho fatto il primo pomeriggio della mia vita da food-runner, questo grazie alla gentile raccomandazione della nostra amica Bruna che e’ la waitress di punta del ristorante in questione; e’ stato divertentissimo!
Per i costumi di Halloween sexy-something you’re right! La prima volta che vidi un paio di ragazze vestite da sexy-cop pensai fossero travestite da prostitute…giuro il travestimento era perfetto, io un poliziotto con calze a rete non l’ho mai visto.

Alessandro ha detto...

Dove food-runner sta per? E dove lavora bruna? Io e Claudia abbiamo deciso che almeno una volta ogni 15 mesi, costi quel che costi, dobbiamo andare in qualche locale downtown da soli, usando una macchina in cui non possano entrare passeggini (ovviamento la dovremmo affittare)

salvo ha detto...

dai Simo appena rientro facciamo una joint venture!!! non ti nego che il corso per sommelier lo sto facendo soprattutto per il futuro utilizzo in Canada..

Salvo ha detto...

Alessandro sei pronti a dividere dolcetti e scherzetti?? hai già pronto il vestito in maschera??

Simona ha detto...

@Ale: ogni 15 mesi?? Allora la macchina vi tocchera' noleggiarla solo un paio di volte dopodiche' i bimbi saranno maggiorenni...
Food runner means che corro in giro per il ristorante portando la roba da mangiare!
@Salvo: ottima idea Salvo, questo e' lo spirito per avere successo....pensare beyond!!

P.S. Sono appena rientrata a casa e qui fuori (King West) e' una fiera di ragazzette scosciate vestite da indubbie lavoratrici! Da sottolineare che saranno 4 gradi stasera!!

bruna ha detto...

@Simona sei arrivata sana e salva a casa, beh meno male.
@ E chi lo avrebbe mia pensato io e Simo together a lavorare.
Ragazzi vi confesso che e` bravissima, gia il primo giorno sapeva come muoversi in un posto che non ha mai lavorato in vita sua. Tra un mese la vedo pure e prendere le comande :):)
Grande Simona :)

bruna ha detto...

@ Ale www.sorrentoristorante.ca .....e` qui che ci trovi...!

Francesco ha detto...

ma gli gnocchi li fate o li comperate da costco ? attente ai vampiri! brave ciao

Salvo ha detto...

Simo!! ho trovato la tua versione australiana!!!
http://lamagadioz.wordpress.com/

Quetzalcoatl ha detto...

Effetivamente non ho commentato molto (però sono sempre il primooo)... beh che dire: DAJEEEE!!
:-)
Sono contento che hai preso la smartserve, quidi quando tornerò lì saprò in anticipo da chi andare per farmi un caffè!
Mi immagino che ora sarai imegnata anche i fine settimana, oh non ti stancare troppo eh!

Simona ha detto...

Sono indietro con i commenti...chiedo venia, e' che mi sono data all'alcohol! :)
@Bruna: grazie cara per i complimenti...troppo buona! Ancora ho grosse difficolta' a ricordare i numeri dei tavoli ed il piu' delle volte le pietanze le so in italiano ma non in Inglese :)
Cosa potevo sapere io che la spigola si traduceva: Sea bass???!! :)
@Gino: ma per il caffe' mica serviva lo smarServe :)
@Salvo: io cmq come bartender ti ci vedo, se poi vuoi interessarti anche ai vini dell'Ontario questo link e' interessante ;)
@Francesco: allora fatto il pupazzo di neve? :) Io aspetto la neve con ansia, tutti dicono che questo inverno sara' terribilmente freddo....per la gioia di Gino :)

Quetzalcoatl ha detto...

vabbè ma io il caffè lo prendo corretto alla sambuca, quindi serve la smartserve!
:-)
azz...e pensare che io mi sto congelando a Roma... mannaggia... se lì sarà più freddo del solito mi sa tanto che torno a Giugno!

Salvo ha detto...

thanks Simo lo terrò in considerazione!

Anonimo ha detto...

Ciao Simona,
mi raccomando non bere troppo ....se guidi sara' un problema e qui non si scherza ....la Polizia ha il grilletto facile e spara...tanto non gli succede nulla....a proposito da qualche giorno leggo a conferma di quello che penso (Police State...regime )...vari casi dove la Polizia e' stata coinvolta ( non solo incidenti stradali,sparatorie con morti,ect ect) vi invito a leggerli(Toronto Star) ,se gia' non lo fate...sono circa 4500 casi negli ultimi 10 anni.....ci vorranno circa 13-14 per leggerli tutti....ad uno al giorno....
Buona lettura
@ Simona ,non so se complimentarmi per il secondo lavoro o se dire mi dispiace....se lo fai per inserirti meglio nella societa' canadese...be...allora vuol dire che e' veramente una societa' di schiavi,se lo fai perche' ti fa sentire piu' vivace e piu' dinamica...forse va meglio...oppure vuoi mettere soldi da parte ,e gli extra non dispiacciono per comprare cas,gioielli,vacanze...fuoribordo x quando vai in Italia...
cmq buona fortuna, e chiedo sempre scusa se faccio la parte del diavolo ,almeno lo potete dire che non seguo una sola corrente...sempre nel rispetto di tutti e di tutto....
FORZA PALERMO...a me cucino Alessandro......viva Santa Rosalia...
sto scherzando
Carmelo

Anonimo ha detto...

anche io adoro le Bostom cream,pero' mi fanno ingrassare...mi fanno acidita'....pero' li mangio cmq...e mi prendo 2-3 tums....cosi mi riprendo...pero' mi mancano i dolci Siciliani,a partire da Sfincia di San Giuseppe con Ricotta,I cannoli di Piana degli Albanesi ( l'ultimo lo mangiato circa 19 anni fa')i cornetti caldi appena sfornati....vicino il Tribunale di Palermo c'e' un Kiosco antico ,dove fanno cornetti 24 su 24 ore...all'americana....quando 3 anni fa siamo andati in Vacanza con mia moglie ( incinta ) mi chiedeva i cornetti alle 3-4 di mattina.....MINCHIA...dicevo ,ma proprio adesso....pensate avevo una villetta a Carini,sulla collina....e da Carini andavamo a comprarli....pero' ne e' valsa la pena ,mia moglie mi ha regalato una figlia splendida....Erika Marianna....adesso ha 3 anni e 3 mesi....
Vi saluto
Carmelo

Simona ha detto...

Carmelo io non possego auto e devo dire che non amo gli alcolici in generale per cui non e' il mio caso....pero' pensando a come guida qui certa gente (leggi cinesi...ma non solo) dico meno male che la polizia controlla bene!!
Poi lo dici a me dove le notizie del giorno a Roma erano di folli che ammazzavano gente per strada per la troppa velocita', droga ed alcohol.
La polizia che dici te in Italia non sarebbe mai abbastanza visto che tutto e' controllato dalla malavita nel nostro paese...e ce ne vantiamo si direbbe.
Carmelo io ho scelto di trovarmi un secondo lavoro solo per occupare il mio tempo libero e avere occasione di conoscere gente nuova, non lo faccio per soldi ma per divertimento, cosa che in Italia non avrei mai potuto fare. Primo perche' l'italiano medio non direbbe mai: sono ingegnere lavoro in banca e la sera faccio il food runner in un ristorante, secondo perche' e' gia' tanto che ne hai uno di lavoro figuriamoci trovare il secondo!

Alessandro ha detto...

Non e' che si e' rotto il disco?

Francesco ha detto...

Solo il disco?

Alessandro ha detto...

In effetti Francesco hai ragione, non solo il disco!

Simona ha detto...

SuVVia Vagazzi! A voi neanche il famoso Regime della Police State Canadese vi raddrizza...

Alessandro ha detto...

Io e FVancesco eVavamo a Genova nel luglio 2001; ti dice niente?Ci VaddVizzano solo le nostVe pVincipesse. Apprezzo molto la continuità tra i 2 blog. E' come se fossero due stanze comunicanti dello stesso Bar

Francesco ha detto...

Ma dai ragazzi, sarò politically scorrect, ma ormai è una litania da due anni con protagonisti che si alternano nel dirci che siamo dei poveri illusi, ingenui, ingrati, incoscienti. E' vero anche qui c'è la polizia che picchia (non so di pasesi dove accrezza, ma so di paesi dove prende accordi per il bene della democrazia), i politici sono malati di potere (forse in Buthan no, ma il tasso di immigrazione è basso), le strade sono sporche, la gente è gentile, ma non amichevole (fatevi un amico locale in una città di provincia italiana e poi mi dite il calore italico), non c'è cultura (parliamo di Pompei, casa dei gladiatori o di Roma, domus aurea, a scelta), non c'è buongusto (ma ve lo ricordate quello che lasciava il Canada perchè non sanno restaurate non so cosa con la lacca per capelli...), ecc ecc. Sì è vero, siamo venuti qui perchè in Italia stavamo male e non vedevamo un gran futuro per noi e per le nostre famiglie. Qui non sarà il massimo, ma voglio crederlo ancora per un po' e se uno non ci sta bene può tornare a casa dove splende il sole, dove si lasciano sempre paesini pittoreschi affacciati sul mare e amici cordiali e calorosi. Basta menagrami, basta lamenti, se fa freddo alza il boiler! (e così mi sono fatto dei nemici anche qua..., ma che pa..e).

Alessandro ha detto...

Controfirmando lo scritto di Francesco suggerisco una riimmersione fulltime nel bealpese per un paio di mesi, non di piu'.Giusto il tempo di cominciare a digerire cannoli e arancine, pagare qualche bolletta e/o tassa sui rifiuti, cercare un paio di parcheggi e, una volta trovatili, rifiutare di pagare il pizzo al posteggiatore abusivo, cercare un lavoretto partime per pagarsi le spese della vacanza. Suggerisco poi un giro nei teatri della citta' prescelta e, perche' no, tra i monumenti e i musei gestiti con le risorse messe a disposizione negli ultimi anni. Se c'e' freschetto si puo' stare a casa a guardare la TV, i reality surreali e i TG ancora piu' falsi, e tornare cosi' ad essere felici di essere nel paese immaginario. Dopodicche', se ancora si vuole tornare in Canada, ci si ricordi che nessuno obbliga nessuno a stare qua. Buona domenica

Simona ha detto...

Ma che nemici Francesco? Chi critica il Canada dicendo che l'Italia e' un posto migliore in cui vivere e' proprio chi in Italia non ci ha vissuto negli ultimi anni. Io ricevo decine di email a settimana di gente stanca della situazione attuale del belpaese e disposta a far tutto pur di venire qui. Questo e' un segno tangibile che le cose non funzionano da noi, cannoli o non cannoli!
Sottoscrivo Alessandro - oltre al diritto di immigrare hai anche il diritto di andartene.

Anonimo ha detto...

Non commentero' piu' i tuoi post ,e lascio a voi 3 o 4 di commentarvi da soli ,cosi nessuno vi fara' arrabiare e nessuno puo' dire il contrario .
Noto con dispiacere che non avete capito il senso del mio intervento civile nel discutere del Canada,e quando porto qualche esempio,come quello della Polizia,e' solo per riportare quello che succede qui senza fare nessun paragone ,siete voi 3 o 4 che lo fate ....
sono un Cittadino Canadese ,ed ho tutto il diritto di fare notare a chi legge da oltre oceano ,le cose che avvengano qui,visto che il tuo Blog si chiama EMIGRARE IN CANADA.
Poi per quanto riguarda la tassa sui rifiuti si paga anche qui ogni mese assieme all'acqua ,si chiama UTILITY BILL,e se ritardi di 2 mesi te l'addebbitano sulle Propriety Tax,tassa sulla casa ,che e' circa 1% del valore della tua casa,che si paga ogni anno ,valore che viene stimato dal Comune e rivalutato ogni circa 2 anni....e se non paghi le Property Tax x un anno hanno il diritto di vendere la casa ,anche se hai sempre pagato regolarmente il mutuo.
E' chiaro che non avete ,purtroppo ,una grande conoscenza di come questa societa' funzione,lacune che saranno colmate con il passare degli anni ....vi invito nel conoscere un po' meglio la societa' dove viviamo,che io come Cittadino Canadese voglio migliorare e non paragonare con altri.
Si emigra per svariati motivi..per amore,per avventura,per lavoro,per la ricerca di se stessi ...insomma non e' facile capire mai il perche'.Grazie a Dio qui non che il posteggiatore abusivo,ma c'e' quel Diavolo dell'omino che lavora x il Comune che appena non metti uno o due dollari nella macchinetta ti stampa in 2 secondi una multa di 30 dollari.....e forse non lo sapete ma hanno anche una commissione ,come incentivo...oltre che uno stipendio da far invidia.Come qualcuno ha suggerito avrei anche il DIRITTO di Andarmene,questa mi sembra un'affermazione tipica di ...diciamo ...FASCIMO ,regime...credo che anche Putin faccia lo stesso con i giornalisti che riportano informazioni che infastidiscono il regime,li fa zittire per sempre...quindi democraticamente mi dici stai zitto e chiudi il becco!!e' proprio questo tipo di societa' che ho sempre combattuto fin da quando ero un bambino......comunque capisco che dire delle verita' fa sempre arrabbiare qualcuno.e poi sono un Cittadino Canadese quindi ho tutto il diritto di Andarmene e ritornare come fanno migliaia e migliaia di Canadesi che vivono altrove...
Come ho anticipato prima non interverro' piu' nel Vostro monologo ,pero' sarebbe piu' corretto dare ai nuovi immigrati delle informazioni piu' complete diciamo a 360 gradi,e non sto dicendo che Simona dice cose sbagliate......e comunque i Cannoli spero di mangiarli presto alla faccia dei miei concittadini Canadesi....
Carmelo

Simona ha detto...

Carmelo questo e' un blog e bisogna accettare anche le divergenze di idee e la liberta' di palesarle agli altri. Hai ripreso la mia frase considerandola "fascista" ma se ti fossi occupato di emigrazione come ho fatto io negli anni passati sapresti che non sono parole mie ma di un ministro Australiano che consigliava agli immigrati in Australia di non tentare di "cambiare" il paese ma accettarlo per com'era oppure....andarsene.
Tra parentesi non ho mai nascosto la mia indole di DESTRA nemmeno in questo blog.
Nessuno si e' arrabbiato qui, fossero questi i motivi per arrabbiarsi la vita sarebbe piu' semplice! E nessuno ti chiede di non postare piu' commenti. Ciononostante si nota da cio' che solitamente scrivi un costante negativismo verso un paese che ti fa vivere, come hai spesso sottolineato anche te, degnamente.

Lucia ha detto...

ciao alessandro mi sei molto ma molto simpatico. lucia

Francesco ha detto...

Carmelo caro, tu puoi dire e fare quel piffero che ti pare. Stesso mio diritto. Con assoluta onestà intellettuale ti ho scritto che tu, come altri in passato, mi avete stufato con tutte le vostre menate, ma non ti ho dato nè del fascista nè del manipolatore. Fai quello che vuoi, scrivi, lascia perdere, diffondi tutte le notizie che vuoi, ma sii un po' meno permaloso. Aiuta anche a prendersi un po' meno sul serio. Baci.

Alessandro ha detto...

Simooonaaa!!!! Di deeeeestraaaa? tuuuu?? Ma che diciiii??? MA se ti ho vista con la maglietta con Che Guevara addosso (anche se rosa e non rossa)! Ma allora che ci sto a fare in questo blog? E come mai ti hanno consentito di entrare nel mio paese? Non potresti, cortesemente, andartene in Quebec? O lì accettano solo leghisti?
Mi spiace che non posso rigarti la macchina con falce e martello! Eniuei, politica a parte, da cultore della democrazia quale sono, mi dolgo se Carmelo realmente deciderà di non lasciare più commenti e riferimenti autopromozionali su questo visitatissimo blog, così come mi spiace se agli occhi dei tanti lettori possa sembrare litigioso. Nel caso in cui dovesse continuare a leggerCi vorrei dirgli che se ha orientato la sua sfuriata verso la persona sbagliata. Simona, gran diplomatica oltre che indefessa e sobria lavoratrice, si era limitata a tenere a bada con garbo le insofferenze mie e di Francesco, mettendosi in mezzo. Siamo noi (Francesco correggimi se sbaglio), Carmelo, ad essere un poco infastidi dal tuo monotonico messaggio. Abbiamo capito che nè l'Ontario nè il Quebec sono il paradiso; dovremo aspettare ancora qualche anno(spero tanti) per poterlo finalmente vedere. E vivendo qua si ha la contezza che non di paradiso si tratta. Ma è il posto più vicino al mio ideale di nazione; e ti garantisco che ho viaggiato. Ti garantisco altresì che ho passato 37 anni in Italia, Sicilia, Palermo, gli ultimi 11 senza mai allontanarmi per più di un mese. E ho visto quello che è, quello che da, quello che c'è. E, francamente, leggere della bellezza dei cornetti da un lato e della crudeltà della polizia dall'altro mi suscita ilarità e, quindi, ironia e sarcasmo.
E' ovviamente apprezzabile lo sforzo di tutti quelli che, seguendo l'esempio di Simona qua e di Francesco nel suo blog, danno il loro contributo a tutti quelli che vogliono sapere e capire come funziona qua. Ma ritengo di poter affermare che il tuo punto di vista, la tua laurea ed abilitazione in giurisprudenza del diavolo sono ormai note, così come il messaggio che il Canada non è il paradiso. Ma se l'anno scorso c'erano credo 4 città canadesi tra le prime 10 al mondo per vivibilità, se l'Italia viene dopo il Botswana per corruzione, se a Toronto ci sono decine di musei e teatri, se in Italia il patrimonio artistico crolla e gli artisti manifestano in piazza, qualcosa vorrà dire. Oppure in paradiso si mangiano cornetti 24/7? Dal mio modesto punto di vista, io preferisco pagare il posteggio ai proprietari del posto (il comune) e pagare la multa se sbaglio, piuttosto che dare 50 centesimi ad un arrogante delinquente che altrimenti mi riga la macchina (e il danno è un pò superiore ai 30$ di multa!). Ritengo sia questione di punti di vista, come tutto. Non mi ricordo chi mi raccontava che c'era un italiano che si lamentava del Canada, perchè da quando era arrivati qua aveva dovuto cominciare a pagare la luce, mentre al paese suo si attaccava abusivamente ed indisturbatamente al palo della luce. Ovviemante non faccio paragoni con te; sappiamo che sei un gran lavoratore; sappiamo persino che lavoro fai e che lavoro fa tua moglie. MA noi ultimi arrivati, non ancora Cittadini Canadesi, abbiamo un pò le gonadi gonfie, come dice Fransuà, di sentirci dire "chi te l'ho fa fare", "la vera america è qui" e altri fastidiosissimi ronzii di zanzara che ci hanno accompagnato in questi anni e che ritengo siano concausa della merda che avvolge irreversibilmente l'Italia. La ggente (come direbbe Venditti) convive e accetta tuttoo ciò. E allora i ladri, i mafiosi, gli arroganti, i disonesti, i furbetti, i signor Casoria (Fransuà ti sfido nella citazione!) perchè dovrebbero sentirsi minacciati? spero di non essere uscito fuori tema. Alla fine, stringi stringi, il concetto è: non te la prendere con Simona, scrivi un pò quello che vuoi, ma sappi 1) che le abbiamo triturate, per tanti motivi e 2) Canada-Italia 25-0, ti piaccia o no.
Grazie Lucia!

Lucia ha detto...

ciao carmelo, a me se te ne andassi dal blog e non scrivessi più i tuoi commenti dispiacerebbe moltissimo. mi interessano le voci fuori dal coro, mi interessa conoscere aspetti della vita in questa nazione che per un neoemigrante possono essere non del tutto evidenti e che magari si celano dietro situazioni di apparente efficienza, accoglienza e fruibilità. mi ha sempre interessato molto leggere le tue opinioni che ho trovato puntuali e precise. a volte mi sfuggono però i motivi che ti spingono a restare, in effetti puoi sembrare molto critico, deluso e ostile e agli occhi di una neofita ancora molto nostalgica dell'italia possono apparire atteggiamenti sconfortanti; anche se questo nulla toglie alla veridicità delle tue affermazioni. del resto anche le considerazioni di alessandro sono innegabili. con grande dolore l'italia è quella che descrive lui. hai paura per il tuo lavoro, devi combattere con le unghie e con i denti per tenertelo stretto, il grado di ostilità e di aggressività è quotidianamente crescente, se hai la sfortuna di uscire dal mondo del lavoro a 40 anni, difficilmente trovi una possibilità di rientrare, non puoi dire di avere l'impressione di essere governato da professionisti della politica che abbiano a cuore il bene dei cittadini e la risoluzione dei loro veri problemi, sei costantemente in ansia per la qualità e la sicurezza del servizio scolastico offerto ai tuoi figli, se hai un bambino al di sotto dei 6 anni devi avere la fortuna di poter spendere un patrimonio per un asilo nido o una scuola materna (almeno nella mia regione) che ti permettano di andare a lavorare. smetto di tediare tutti con ovvietà ma mi interesserebbero un pò di notizie reali e positive da parte di chi in canada ci vive da molti anni, conosce bene questa società e ha deciso di restarci per tanto tempo e di crescere qui una famiglia. mi dici anche per favore ma solo per curiosità quanto prende davvero uno che fa le multe? se lo sai. grazie di tutto. lucia

Alessandro ha detto...

Lucia!
Vuoi fare la prenditrice di multe?
Sei il mio primo fan; ti farò avere presto una spilla e la foto con l'autografo.
Ti stimo

Lucia ha detto...

alessà mi fai troppo ridere!!!!! che bello che siete tutti!!! lucia

Francesco ha detto...

Quando hai finito di fare il cretino ? Sei sposato, padre di figli innocenti e bellissimi, con una moglie paziente e adorabile. Guarda che in Canada se ti beccano fare il furbo, ti martellano i cabasisi con una verga in titanio, poi ti danno in pasto agli orsi e ti buttano nel bitume. Carmelo a Montreal c'è un posto dove fanno i cornetti caldi caldi 24/7. Come in Italia. E ridi un po'. Ale, ti chiedo conferma di una cosa che mi hanno insegnato gli sporchi inglesi. E' vero che per dire pedante in inglese si dice "anal" e perchè ? Baci

Simona ha detto...

Bimbi bellissimi e' vero! Ma la Claudia attento che tanto paziente non mi pare :)

Simona ha detto...

Ale ho un'indole di destra ma non confondiamola con la politica italiana. Considera poi che sono figlia di commercianti del sud Italia...

Davide ha detto...

Wow ma che bella ed interessante diatriba , chissà stanotte se un nuovo arrivato in canada potrà dormire oppure sarà sobbarcato da mille pensieri e preoccupazioni .
Scherzi a parte buona serata a tutti , seguo spesso questo blog , e quello di Francesco , ma sono un poco pigro e non riesco a trovare il tempo di intervenire .
Sono solo due mesi che la mia famiglia ed io siamo sbarcati in Québec dalla bella ed assolata Italia , ma era così tanta la voglia di andarmene che non trovo ancora motivi validi per rimpiangerla .
E' vero che ognuno ha dietro a se la sua storia , che emigra per diversi e svariati motivi , ma è anche vero che non è così semplice entrare come residenti permanenti in Canada , quindi di tempo per riflettere e farsi venire dubbi ce ne sono . Una volta arrivati qui puoi solo decidere se vuoi integrarti o se vuoi fare l'italiano in ferie a tempo indeterminato . Non vedo personalmente mezze misure . Per quello che mi riguarda è stata una scelta ben valutata e voluta , quindi ecido di vivere ed integrarmi in questo grande paese con piccoli difetti che paragonati al posto che abbiamo lasciato sono solo piccoli malditesta .
Buona serata ed un saluto a tutti .

Simona ha detto...

Ciao Davide e benvenuto nel blog :)

Salvo ha detto...

ragazzi mi avete fatto preoccupare!! ho lasciato il post con 30 cmmenti e l'ho ritrovato stamattina con 42!! scherzi a parte, per quanto mi riguarda il rientro dopo tre mesi di vita Torontonian è stato traumatico; sto ancora cercando il motivo che potrebbe trattenermi qui in Sicilia ma non l'ho ancora trovato!! Capisco l'aspetto critico di Carmelo, ma credo che chi si sposta in Canada lo fa perchè la situazione Italiana è insostenibile e degradante...
PS: per quanto riguarda il nostro servizio riscossione tasse è attualmente l'unico che funziona a pieno regime: per delle semplici multe non pagate ti ritrovi l'ipoteca sulla casa!!

Francesco ha detto...

Tanto per aiutare a completare il quadro, nel mio blogroll sono disponibili i collegamenti diretti al blog "Guardie e Ladri" (Nicola Galullo, il Sole 24 ore, uno dei giornalisti piu`esposti sull`argomento politica/malavita), "La Napoleoni" (Loretta Napoleoni, economista autore di rubriche, inetrventi e libri di nalisi micro e macro enonomica) e "La Voce" (blog di un gruppo di economisti fondato da Tito Boeri e Pietro Ichino). Servono per avere anche in Canada un`idea non stereotipata e velata del nostro Paese.

Anonimo ha detto...

OK
solo perche' invitato a scrivere da LUCIA,cerchero' ancora una volta di smuovere e scuotere le coscenze di tutti...mi fa molto piacere che i commenti vanno da 2 - 3 ....a circa 50 o passa per ogni post dove mi coinvolgo,quindi lo faccio diventare una discussione piu' ampia e non un solo monologo di complimenti ed affermazioni di affetto...in quanto questo .......
EMIGRARE IN CANADA...significa anche dare delle informazioni ,che ancora una volta palesemente conferma che non tutti voi avete ,e dal'tronde siete dei nuovi immigrati ed avete bisogno di tempo per conoscere la societa' canadese.
Vi ringrazio per tutte le critiche ed velate offese ,ancora una volta vi dico che non sono io che faccio i paragoni con l"italia ,ma siete voi...io solo metto in luce quello che avviene ,o come funzione qui la societa' canadese.Comunque mi sembra di dire a questo punto che comunque siete ingrati verso L'Italia,....provate a prendere una laurea in Giurisprudenza o Medicina qui in Canada...fatemi sapere quanto vi costa...e quanto costa in Italia ....zero in Italia ,e grazie a cio' potete permettervi oggi di decidere del vostro futuro ...dove andare e cosa fare...
Carmelo

Anonimo ha detto...

Cara Lucia,io sto molto bene qui a livello economico ,sono sempre stato un libero professionista ,tranne per un periodo ,Scotiabank,ho un solo grande problema AMO dire le cose per come stanno ,e non guardare al passato e sputarci sopra,io guardo il passato per aver un buon presente e costruire un buon futuro!!
Purtroppo noto ,che qui tutti i nuovi immigrati sono molto arrabbiati con l"italia ,in quanto non hanno trovato una loro dimensione ,nel lavoro ,nella societa',nell'amore....e cosi via dicendo....quindi si attaccano morbosamente a questa ancora di salvezza che si chiama emigrazione ,e verosimilmente CANADA.
Il Canada non e' un brutto paese ,assolutamente ,ed io non invito la gente ad andar via ,solo perche' non la pensa come me,anzi lo ringrazio per avermi aperto gli occhi su cose che magari non conoscevo....ma chiaramente tutti noi siamo diversi....
Se io faccio delle critiche al Canada ,equivale alle critiche che tutti i partecipanti di questo blog fanno dell'italia, cosi come Simona dice che manco dall'Italia troppi anni ,io dico che voi siete troppo freschi ed incazzati con l'italia per poter giudicare con serenita' dove vi trovate,...ai posteri l'ardua sentenza !!
Lucia,ci sono mille motivi per cui ,io come cittadino canadese mi lamento,e se lo faccio e' solo per cercare di migliorare questa societa' dove vivo ....qualcuno lo intterpreta diversamente, e sono anche preoccupato di come questa societa' si evolve....sono anche padre di una piccola di 3 ...e non sono piu' sicuro che questa sia la giusta nazione per Lei.
Le mie incertezze nascono da molto lontano...]
come tutti noi sappiamo il canada e' terra di immigrati e Toronto,GTA, e' diventata al 65% non bianca,dove la maggioranza viene da paesi asiatici ,che hanno delle culture e costumi diversi da noi,dove la maniera di mangiare di agire ,il concetto di famiglia e' diverso da noi ,dove il rapporto con le donne e le moglie e' diverso da noi....adesso qualcuno dira' che sono razzista....sapete che non e' vero,anzi sono loro che si emarginano creando delle vere e proprie citta' nelle citta'...
Lucia ,io non ti dico che non devi emigrare ,ti sto solo informando di cose un po piu profonde ,e non il semplice concetto ..vieni che qui c'e' tanto lavoro...il lavoro c'e' ovunque e comunque ,anche in molte regioni del canada si arriva al 15-18 di disoccupazione,e vivono con i sussidi del governo ed aiuti vari , e che a Toronto abbiamo superato l'8% ....e me dei cornetti caldi non me frega niente,non e' con lo sfotto che si risponde ad argomenti che io cerco di trattare seriamente.
Se veramente ,Lucia vuoi delle informazioni piu' accurate scrivimi ,cosi come ho fatto un ragazzo di Pescara,su come poter lavorare in Banca.
carmelo.giardina@houseandfinance.ca
ciao a tutti
Carmelo

Anonimo ha detto...

X Lucia
se una compagnia ti vuole licenziare non perche' ti sei comportato male ,ma semplicemente magari vogliono ridurre le spese..,ti chiamano il Venerdi pomeriggio appena prima della fine giornata e ti dicono di non venire piu' al lavoro ,senza preavviso,non esiste ...non ci sono sindacati,a parte quelli che lavorano in costruzione o nel settore auto..o x il governo...se lavori ,anche in Banca non ci sono sindacati ...anche se lavori per la stessa compagnia da 10 anni..ti buttano fuori scortato e non ti fanno ritornare al tuo posto di lavoro per prendere i tuoi effetti personali,pero' sono correttissimi nell'inviarli per corriere a casa....

Simona ha detto...

Carmelo apprezzo molto il fatto che non ha prevalso il tuo temperamento siculo portandoci rancore e sei ancora qui ad erudirci con le tue personali esperienze sulla vita dell’immigrato in Canada. Mi accodo al desiderio di Lucia quindi…
Pero’ perdonami ma davvero quando mi si dice che io sono "incazzata" con l’Italia davvero la capotosta che e' in me...latente, viene fuori. Ripeto una cosa che ormai avra’ riempito i cabasisi di molti dei miei lettori piu' assidui: io amo l'Italia, sono e rimarro' sempre orgogliosamente italiana, non generalizziamo perche', cito il nostro Ale: le parole sono importanti. Ancora una volta ti dico: leggi qualcuno dei miei post prima di affermare che io vedo tutto con le lenti colorate di un inesistente ottimismo. Questo link e' del mio primo post del blog.
Giusto perche' io sia qui da soli 2 anni non significa che non ho imparato nulla di come funziona questa societa' e so con certezza, come lo sanno Ale, Francesco o Bruna che non siamo nel paese dei balocchi. Anche te comunque quando parli di qualcosa documentati perche' io lo faccio costantemente e non ti lascio passare su un blog che tratta di immigrazione in Canada le cazzate:

The ESA sets out minimum notice periods. They range from 1 week for people who have worked at least 3 months, to 8 weeks for people who have worked for 8 years or more. The Ministry of Labour can enforce only these minimum notice periods.

Dove ESA e' acronimo di Employment Standards Act dell’Ontario.
Grazie ancora Carmelo del tuo contributo che da' a tutti la possibilita' di confrontarsi a vicenda!

Anonimo ha detto...

X Simona
quello che tu dici e' vero ...ma sulla carta ,in quanto non ti danno l'avviso 2 settimane prima ,ma prima ti licenziano e poi ti pagano le tue settimane...capito il gioco !! e cmq anche io sono rimasto vittima di questo gioco circa 12 anni fa con una piccola compagnia ,mi rivolsi al ministero del lavoro ,e siccome erano troppo impegnati che dovevo aspettare circa 10 mesi per poter essere aiutato,alla fine mi hanno aiutato e sono riusciti a mediare la meta' di quanto il mio ex datore di lavoro doveva darmi...pazienza.
Anche un mio amico di ricente ha subito questo trattamento ,lavorava come ricercatore...ed un Venerdi pomeriggio la sorpresa...purtroppo!!
Ciao Simona
Carmelo

P.S. Simona,forse io e te apriamo un ufficio di Consulenza sull'Immigrazione Internazionale ,che e' ed rimane il mio pallino...

Alessandro ha detto...

Francesco su anal mi informero' cercando di non essere accusato di Harrassement. Simona una curiosita': perche' dai per scontato che il Cretino sia io? Ma devo venire downtown a chiedere spiegazioni di persona? Lucia, ti garantisco che mia moglie e' una donna pazientissima. Salvo accura alla via. Davide uelcom anche da parte mia. Vi saluto che devo cercare la dimensione; ero sicuro di averla messa nel container ...

Francesco ha detto...

Così, tanto perchè io sono il coglione di turno.
Primo il mio lavoro, non dico dove, come e quando, ha previsto la mia partecipazione ad alcuni licenziamenti negli ultimi mesi, così come ad assunzioni, così come a una gita in tribunale del lavoro. Carmelo caro, visto che il mio lavoro in Italia prevedeva lo stesso piacevole ruolo, ti dico con gioia e incompetenza che qui mi sono trovato tanto bene perchè, con mio grande sconcerto, tutto è molto simile a casetta. Putacaso, alcune delle mie avventure mi hanno portato in Ontario. Azz ! Più sindacalizzato di Melfi.
Secondo: mi dispiace deluderti, ma la tua presenza sul blog non ha dato tanto traffico, abbiamo raggiunto tra amici, quale tu sei e per questo gioisco del tuo intervento, più di 100 post in molte occasioni senza le tue cazzate (spiritosamente e sinceramente parlando). Forse anche le mie e quelle di Ale sono di alta classifica !
Terzo: chiedi un prestito in Banca o al Governo in Italia per potere studiare, paga abbonamenti per i trasporti, tasse, affitti in nero, cerca un lavoro che non trovi e fai il tirocinio a tue spese, poi mi parli bene della gratuità della laurea italiana.
@Lucia, ti consento di fare la smorfiosa con Ale, ma non gonfiare troppo Carmelo che te lo ritrovi sotto casa con i cornetti caldi caldi ! Baci

Alessandro ha detto...

Oh, ma voi quando lo fate l'albero di Natale, se lo fate. E dove lo fate, all'esterno o dentro casa (per chi non e' in un condo downtown con vista sulla CN tower)? Perche' gia' dal giorno dopo Allouin in tutti i negozi era un luccichio di alberi e palle (quelle poche rimaste ancora sane, scusate mi scappo'!). I nostri vicini hanno gia' iniziato la gara. Noi non vorremmo canadesizzarci troppo e iniziare come facevamo in Italia (ahhhhhh! allora hai visto che sei ancora legato al piatto ormai pieno di saliva per tutte le volte che ci hai sputato sopra?) e cioe' dopo la madonna intorno al 9 dicembre. Voi che farete? Quanti giorni di vacanza avete? siete abituati alla neve? Parteciperete alle sfilate? Vi vestirete da Santa Klaus o avete uno schiavo che lo fara`per voi? Se vi annoio con le mie domande torno all`argomento di prima, non mi faccio problemi.

Alessandro ha detto...

Mi sto rendendo conto che scrivo in un blog ideato e condotto da una fascista, commentato da un quebecchese-colletto bianco-schiavo del padrone-licenziatore. Ed ero tesserato FGCI, orgoglioso conterraneo del compagno Pio La Torre.

Simona ha detto...

Ale leggo note discriminatorie nel tuo commento! Non mi passerai a citare Almirante tra un po'?

Simona ha detto...

L'albero io non lo faccio a Natale :(
Nel mio downtown-condo-con-vista-sulla-CN-tower non mi ci entra neanche l'ultima palla ancora da frantumare.
Ma in compenso mettero' sul balconcino 3 omini di neve con i colori del Natale: verde, bianco e rosso :)

Lucia ha detto...

per francesco: ti consento???????????
gentilissimo carmelo ci dipingi arrabbiati con l'italia. è vero. ma porca vacca è difficile non esserlo. come fai a non essere arrabbiata con una classe politica che parla ormai da mesi solo di escort, di appartamenti, di problemi personali, di divorzi mentre all'ufficio di collocamento c'è la fila fuori dalla porta 6 giorni su 7 e nemmeno ormai più le famigerate agevolazioni all'assunzione ti danno una chance per trovare anche solo un lavoro a tempo determinato?
quali sono le tue vere critiche al canada? "mille motivi" quali sono? per favore aiutami a capire.
parli di "una società al 65% non bianca" e chissenefrega di che colore è? gialla verde o blu conta solo il valore delle persone. ho un'amica che vive da molti anni a vancouver e mi dice che l'influenza asiatica è un beneficio per la società perchè insegna a prendere le cose con molta più calma, filosofia e rispetto per l'altro. perciò dal suo punto di vista un arricchimento non certo una diminutio.
"cose più profonde" che presumo appaiono positive ma così non sono. a cosa ti riferisci nel dettaglio? quello che mi spaventa della vita in italia è la crescente aggressività delle persone, la lotta fratricida per conservare un posto di lavoro, la violenza ormai percettibile anche in città fino a non molto tempo fa tranquille, l'infiltrazione mafiosa in moltissime attività economiche, la scarsa cura dell'istruzione, il barbaro disinteresse per il patrimonio culturale, la già più volte citata difficoltà nell'inserirsi per un giovane o nel reinserirsi per un anzianotto nel mondo del lavoro, il disinteresse per l'altro, il godimento delle disgrazie dell'altro. ci sono cose simili o peggiori in canada?
non voglio contattarti personalmente perchè trovo che la discussione aperta con alessandro, francesco simona e davide sia molto ma molto più utile a tutti.
per quanto riguarda il diritto del lavoro e il rispetto dei diritti del lavoratore e del datore di lavoro ho visto in italia cose che voi umani.... è il mio mestiere quindi se, come sono certa, i dati di simona sono esatti trovo siano del tutto paragonabili all'italia.
perciò perchè hai paura per tua figlia?
e poi non mi hai detto quanto guadagna quello che fa le multe.
grazie di tutto.

Alessandro ha detto...

Almirante! Ricordo che da bambino mi piaceva perche`aveva i baffi e i capelli con la brillantina come mio nonno. Poi uno mi disse che era fascista e ci rimasi malissimo. Per concludere il bel quadro familiare: circa un anno fa, alla morte di mia nonna, mi sono preso l`ìncarico di passare allo scanner circa 1200 foto trovate nell`armadio. Tra queste ne ho trovate alcune, datate 1935-38, nelle quali il nonno, giovane allievo carabiniere, si cimentava in saluti fascisti. Lo avesse saputo Almirante!

Francesco ha detto...

Eh ma allora è un vero attacco su più fronti! Ribellione, delazione, provocazione, mi ricordo quando entravamo al Leonka con la Celere... Lì sì che il 65% non era più bianco alla fine della passata. Gialli, viola e bluastri erano. Ah bei tempi passati! Comunque visto che butti lì idee pericolosissime, adesso ti lancio la parola maledetta: IKEA, IKEA, IKEA. Vedrai cosa ti succederà il fine settimana, escursione con preventivato giretto esplorativo di un' oretta e spesa finale di 870 dollari in cagate al termine di un pomeriggio devastante con incontro casuale con Carmelo alla fila della cassa.
Lucia quello delle multe è il ragazzo di Pescara che fa il parcheggiatore abusivo e riga le macchine.

Simona ha detto...

miiiii Cammmelo! Anche Lucia incazzasti!!

:)


Si dice cosi' Ale???

Simona ha detto...

p.s.
Io a dire il vero se mi trovo un fidanzato indiano con la pelle mora sono super felice :):)

Lucia ha detto...

scusate ma se lo conoscete tutti quanti stò tipo che dà le multe mi dite quanto guadagna? magari è indiano con la pelle mora ricchissimo e costantemente circondato da un'aurea ascetica... ce la possiamo giocare con simona!!!

Lucia ha detto...

l'albero di natale???? ma si fa il presepe con asinelli pastori e mulino e ruscelletto.
ale ma lo sai che almirante mi piaceva anche a me? aveva un non so che..... forse il manganello????? se mi sente mia mamma ......
melo ....dove sei??? palesati!!!!

Davide ha detto...

Giusto per mettere i puntini sulle "i" , emigrazione non è sinonimo di incazzatura verso la Nazione dove uno è nato ed è vissuto .
Questo solo per precisazione ! Che dopo uno , oltre a tutte le sue motivazioni , voglia anche metterci un carico da 10 ed elencare tutto quello che non funziona o che purtroppo funziona solo per pochi e guardacaso sempre per gli stessi , allora il discorso cambia , ma non vuol dire lo stesso che necessariamente bisogna essere incazzati con il mondo intero . Come già detto ognuno ha la sua storia , facciamo tutti lavori differenti e come tali abbiamo avuto in Italia ed abbiamo in Canada esperienze diverse sia in positivo che in negativo .
Siamo arrivati a Québec i primi di settembre e dopo 15 gg. sono stato assunto grazie proprio all'esperienza che ho acquisito in Italia . Quindi sarebbe da ipocriti dire che non ha funzionato nulla dove vivevo o che lo stato ha solo messo bastoni tra le ruote . Riassumo solo in tre parole la mia emigrazione : scelta di vita !!!
Devo invece dire che ho avuto modo di sfatare alcuni tabù che mi aveva rifilato con certezza quasi matematica , e devo dire non da poco .
Mi hanno detto che in Canada mi devo scordare della possibilità di conscere persone e farsi amicizie , la gente e discreta e se cerchi di entrare nel loro quotidiano ti tagliano subito ....falsissimo .
Il lavoro lo trovi solo dopo aver acquisito esperienza canadese e comunque tra i 4/5 mesi dopo il tuo arrivo....falsissimo .
Se pensi di fare gli orari di lavoro che facevi in Italia ti sbagli di grosso , qui alle 15 tutti a casa...falsissimo .
Tu passerai sempre dopo un quebecoise...falsino .
Se non hai storia di credito in Canada non ottieni nulla....falsino .
I bambini a scuola vengono messi in classi di accoglienza per un anno...falsissimo .
E purtroppo...si guadagna di più , gli stipendi sono più alti....falso!!!!
Non me ne vengono altri in mente , ma me li appunterò .
Cosa ne pensate ? E' solo la mia esperienza personale ?

Simona ha detto...

Lucia per quello che fa le multe rispondo io: se lavora per il comune di Toronto il salario e' di 25$ l'ora, hanno una quota giornaliera ma non commissioni. Se lavora per la Precise Parklink prende 15$ l'ora e senza commissioni mentre la Impark paga 1$ per multa plus minimum wage.

Davide ha detto...

Scusate le copie me mi dava sempre errore di invio :-(

Simona ha detto...

sei ridondante Davide!! Don't worry ti elimino le copie ;)

Francesco ha detto...

Davide! bravo, bravo, anzi bravi, bravi. Concordo pienamente su tutti i tuoi punti di discussione. A nostro discredito gioca il breve periodo di soggiorno e ci metto pure uno starting-up forse molto motivato, troppo forse. Ma è vero per ora è così, aggiungo anche che non mangerai come in Italia (falso), che non c'è traffico (falsissimo), che non c'è calore umano e che i canadesi ti snobbano (falso) e che nevica a fine agosto (falso, fine ottobre!). Buonanotte e resta in contatto. Abbiamo bisogno di voi.

Anonimo ha detto...

e' chiaro e palese che siete come dei bambini a cui hanno dato un nuovo giocattolo.....
ancora una volta siete Voi che fate i paragoni con l'Italia ,mentre io stavo cercando di chiarire quello che succede qui...cmq fa lo stesso ...con il tempo capirete ,per adesso godetevi la nuova realta',dispiace solo che volete far apparire questo paese come il Paradiso ,e che io sia l'unico a non averlo capito.
Buona fortuna a tutti voi,almeno con voi non sono ironico ed offensivo ,e grazie x tutti i vostri commenti ,almeno vi ho smosso un po dal torpore Canadese .
X Lucia,welcome to Canada ,credo che anche tu mi abbia frainteso.
Carmelo Giardina
P.S. non ho problemi a dire dove lavoro o cosa faccio o come mi chiamo....questo sono io e questa e' la personalita' FAccia a Faccia ,e dire sempre le cose per come stanno!!

Salvo ha detto...

allora cortesemente non tocchiamo Almirante, del quale ancora oggi si sente la mancanza visti i pagliacci che ci sono in giro!! Purtroppo non ho avuto la possibilità di conoscerlo perchè avevo 6 anni quando è morto, ma da quello che ho letto ne so abbastanza da considerarlo un vero statista!!!
da studente universitario fuori corso voglio dire qualcosa sul sistema universitario italiano:
1-strutture fatiscenti e inadatte (il primo anno frequentavo le lezioni al cinema!)
2- ritardi fisiologici su tutto, dalle lezioni alle scadenze amministrative
3- organizzazione selvaggia che non ti permette di lavorare neanche part time (altrimenti non puoi frequentare le lezioni)
4-docenti baroni talmente invischiati col sistema politico da fare tutto quello che vogliono! (mondiali 2006 Italia-Ucraina gli esami vengono interrotti per vedere il match)
5-Attese giornaliere ai ricevimenti dei prof talmente lunghe da creare dei bivacchi nei corridoi
Ovviamente parlo della facoltà di Economia di Catania che sto frequentando e non posso generalizzare, ma da quello che ho letto una situazione migliore c'è solo in qualche realtà del Nord Italia, ma che deve sempre fare i conti con un sistema centrale totalmente allo sbando!!

quando quest'estate la mia tutor canadese mi narrava sul sistema universitario loro ho pensato che avrei preferito pagare anche il triplo pur di avere quel tipo di servizio!! servizio che ho personalmente constatato frequentando per tre mesi un corso alla UofT (la cosa più bella erano i professori che ti chiedevano quando eri disponibile per il ricevimento!!)

Simona ha detto...

Salvo esami interrotti solo per una partita dei mondiali in cui gioca la Nazionale? Ti e' andata di lusso!!
Il servizio ATAC della capitale (trasporti pubblici) si bloccava ogni volta che giocava la Roma!

Alessandro ha detto...

Qualche perla su uno dei grandi statisti del secolo, per chi ha voglia di leggere:
- Firmatario nel 1938 del Manifesto della razza, dal 1938 al 1942 collaborò alla rivista La difesa della razza come segretario di redazione.
Su questa rivista si occupò di far penetrare in Italia le tesi razziste provenienti dalla Germania nazista, che già avevano portato all'approvazione nel 1938 delle leggi razziali fasciste, e che faticavano ad imporsi nella società italiana, dov'erano percepite come un elemento estraneo alla cultura nazionale. All'accusa che il regime si stesse appiattendo sempre più sulle posizioni naziste, Almirante, nell'ottobre del 1938, rispondeva che:

Alessandro ha detto...

« il razzismo è il più vasto e coraggioso riconoscimento di sé che l'Italia abbia mai tentato. Chi teme ancor oggi che si tratti di un'imitazione straniera non si accorge di ragionare per assurdo: perché è veramente assurdo sospettare che il movimento inteso a dare agli italiani una coscienza di razza […] possa servire ad un asservimento ad una potenza straniera »
il 10 aprile 1944, apparve un manifesto firmato da Almirante in cui si decretava la pena della fucilazione per tutti i partigiani (definiti "sbandati", all'interno del manifesto) che non avessero deposto le armi e non si fossero prontamente arresi. Nel 1971 il manifesto - ritrovato nell'archivio comunale di Massa Marittima, pubblicato da l'Unità il 27 giugno 1971 e poi riconosciuto come autentico in sede giudiziale[6] - susciterà roventi polemiche per via della feroce repressione antipartigiana compiuta dai fascisti in quelle zone: a titolo di esempio basti ricordare che nella sola frazione di Niccioleta, a Massa Marittima, tra il 13 ed il 14 giugno 1944 vennero passati per le armi 83 minatori
Il 10 dicembre 1969 Almirante in una intervista al giornale tedesco Der Spiegel dichiarò che, a suo avviso, la battaglia contro il comunismo avrebbe giustificato ogni mezzo e che era venuto il momento di non fare più distinzioni fra mezzi politici e militari[8].

Analogamente il 6 maggio 1970 a Genova, al comizio che segue i funerali di Ugo Venturini, Almirante afferma:

« Se altri popoli si sono salvati con la forza, anche il popolo italiano deve saper esprimere qualcuno che sia disposto all'uso della forza, per battere la minaccia comunista. »
Agli inizi degli anni sessanta si batté contro la nazionalizzazione dell'energia elettrica; agli inizi degli anni settanta, per disciplina di partito, contro l'introduzione del divorzio. La sua posizione di apertura era stata infatti messa in minoranza durante le discussioni alla direzione del MSI.[9] Egli stesso si era avvalso delle possibilità offerte dalla legge Fortuna-Baslini per divorziare da Gabriella Magnatti con cui era sposato solo civilmente, dalla quale aveva avuto la figlia Rita, e risposarsi con Assunta Stramandinoli
Avversò la legalizzazione dell'aborto e sostenne i provvedimenti del Governo Craxi per l'attuazione del decreto legge per la liberalizzazione del mercato televisivo (che permise l'ascesa e la consolidazione del gruppo Fininvest di Silvio Berlusconi).
Almirante definisce le formazioni partigiane «bande che ebbero come emblema il ladrocinio e l'assassinio
In seguito alle indagini sulla Strage di Peteano, il terrorista neofascista Vincenzo Vinciguerra - reo confesso per la strage - rivelò nel 1982 come Almirante avesse fatto pervenire la somma di 35.000 dollari al terrorista Carlo Cicuttini, dirigente del MSI friulano e coautore della strage, affinché modificasse la sua voce durante la sua latitanza in Spagna mediante un apposito intervento alle corde vocali
Pascoli verrà condannato per il fatto; Almirante invece, dopo un'iniziale condanna, si fece più volte scudo dell'immunità parlamentare, all'epoca ancora riconosciuta a deputati e senatori, anche per sottrarsi agli interrogatori fin quando si avvalse di un'amnistia grazie alla quale uscì definitivamente dal processo
eccetera eccetera.
Salvuccio ti voglio bene, ma le parole, come dice Simona, sono importanti.

Alessandro ha detto...

LA prossima volta dimmelo in faccia Salvo! Ti incateno all'ascensore della CN Tower e mi metto sul tetto del Rogers Centre a farti le foto mentre fai lo yo-yo umano!

Salvo ha detto...

minkia Ale non me l'aspettavo questo tuo accanimento!! ma se dobbiamo addentrarci sul discorso storico politico possiamo arrivare anche a 3000 commenti!! sul discorso razzismo e sulle scelte politiche di Almirante non rispondo, ma ti ricordo che siamo tutti cresciuti con uno studio della storia contemporanea completamente falsata e scritta dai vincitori a discapito dei vinti!! I tuoi amici partigiani nascosti hanno espresso la loro forza da liberatori su donne e bambini (vai a leggere le storie delle donne rapate e umiliate e violentate solo perchè sospettate di essere vicino al fascismo); abbiamo inoltre avuto la "fortuna" di avere gentaglia come Togliatti nella fila del governo che ha supportato i genocidi degli istriani a opera di Tito nelle foibe carsiche. Tutto questo l'ho scoperto solo perchè mi sono documentato alone, a scuola non mi hanno insegnato nulla di tutto ciò e soprattutto perchè iniziai a nutrire dei sospetti quando ho scoperto l'appartenenza politca di alcuni autori e case editrici.......Quando finalmente la verità sarà messa in luce allora potremo iniziare ad accusare gli altri....
PS: se poi il bungie jumping dalla CN Tower è possibile farlo sarò ben felice di lanciarmi!!

ti voglio bene anche io e spero che quando ne parlerai un giorno con i tuoi splendidi figli sarai meno partigiano di quanto lo sei stato adesso!!

Simona ha detto...

Suvvia ragazzi controlliamo il temperamento da Orlando il Furioso! :)
L'intolleranza, sotto tutti gli aspetti, verso un'altra razza o versi chi ha idee diverse dalle nostre non e' segno di civilta' e qui siamo tutte persone civili!

Francesco ha detto...

Ahia, strada tortuosa e spinosa. Non ho molto tempo, ma questa volta sono vicino a Ale. Va benissimo cercare un onesto e sano approccio storico, ma non riusciro`mai a sentire nello stesso modo fascismo e resistenza. W la liberta`.

Lucia ha detto...

ale, chapeau.
mia mamma, mio zio mia nonna e mio nonno erano partigiani.

Alessandro ha detto...

Salvuccio mi spiace veramente tanto che tu non sia a Toronto, perchè intuisco una tua passione per la storia, che io adoro e starei ore a parlarne, cercando di imparare nuovi punti di vista. Rispetto a qualche anno fa sono persino ad ascoltare i punti di vista di quelli che stavano dalla parte sbagliato (pur non condividendo assolutamente il remissivismo quasi revisionista di Pansa). Hai ragione nel citare gli eccessi di alcuni tra i partigiani, come pure i punti oscuri sulle posizioni di Togliatti. Per questo motivo mi sono guardato bene dal citarlo come esempio di grande statista, limitandomi a non accettare la tua definizione di Almirante. Per lui, infatti, non c'è bisogno di leggere libri di storia (che potrebbero essere di parte), ma è sufficiente leggere gli atti processuali, inequivocabili. Togliatti, comunque, salvo l'Italia da un'altra guerra civile dopo l'attentato del 1948, con grande senso dello stato. Con questa premessa, considerando che ci sono stati i bravi e i cattivi da una parte e dall'altra, come Francesco, anche io non metterò mai nello stesso piano partigiani e fascisti, come invece si tende a fare, tristemente, sempre più spesso. E non farò la lezioncina di storia nel blog della nostra Mentor. sei abbastanza bravo, preparato, curioso ed intelligente per documentarti e vedere ciò che è successo negli ultimi 150 anni in Italia e farti la tua opinione. LA quale può essere poi condivisa o meno; certamente non ti costringerò a bere olio di ricino se non la penserai come me. Ma io posso vantarmi di avere dalla mia parte della barricata Sandro Pertini, Pio La Torre, Enrico Berlinguer e poche altre figure degne della nostra martoriata repubblica. Lucia ti invidio; mi sarebbe piaaciuto avere familiari partigiani, ma, per motivi storici economici sociali e politici, i partigiani siciliani sono stati pochini. Dopo la "liberazione" nessuno aveva più bisogno di combattere in Sicilia; o meglio, la mafia ha cominciato immediatamente a consolidare il possesso del territorio massacrando i pochi comunisti e sindacalisti che erano sopravvissuti a Mussolini. Poche eroiche figure, come i fratelli Colajanni, si sono distinti in Piemonte; i loro discendenti deputati e/o alti burocrati regionali, purtroppo, non ne hanno poi rispettato le gesta. Per supplire questa mancanza, io e mio figlio Lorenzo ci siamo iscritti all'ANPI, con la qualifica di "simpatizzanti antifascisti". Lorenzo aveva 20 mesi, ma io mi sono commosso lo stesso. E' sufficiente la parola "compagno" per evocare in me tutto ciò di bello e buono che può fare un uomo.
Gunnaitt

Simona ha detto...

Preferirei che i battibecchi dovuti a divergenze di opinioni politiche vengano lasciati al di fuori del contesto del mio blog, gli spettacolini di gente che si prende a parolacce da 2 lati della stanza li lascio a Santoro e Vespa. (notare la velatissima par-condicio utilizzata)
Tanto per rendere contestuale al blog stesso il mio commento voglio condividere, con chi gliene puo' fregare un qualcosa, la mia giornata! O meglio un episodio della mia giornata lavorativa.
Oggi ho avuto la mia riunione di fine anno (fiscale in banca) con la mia Manager che mi ha elogiato per mezz'ora sottolineando come siano stati fortunati nell'avermi trovata! Devo dire che qui le soddisfazioni lavorative sono davvero tangibili, voglio dire anche in Italia ho avuto i miei elogi ma da consulente lasciano il tempo che trovano qui invece mi danno anche dei premi! Veri premi! :)
Ma la cosa che piu' ha riempito di soddisfazione il mio sorriso ironico e' stato il sapere che una delle mie piu' grandi qualita' e' il mio senso dell'umorismo (tipicamente italiano ovvio!) :)
Barriera della lingua superata!!

Alessandro ha detto...

Brava Simona! E se pensi agli inizi difficili è ancora più bella la giornata di oggi! Complimenti bioooondaaaaa. E so che non è una qustione di soldi o di riconoscimenti economici. E' proprio la soddisfazione personale di lavorare bene e di essere apprezzata da colleghi e supervisor per questo motivo. Bravissima! Però non ho battibeccato. Con Salvuccio non potrei mai e mii spiacerebbe se anche lui avesse avuto questa impressione. Sono ovviamente fermamente convinto di essere il depositario della verità storica su quell'argomento, sul quale non c'è par condicio che tenga. Partigiani-Fascisti 25-0, tanto per autocitarmi. E l'antagonista di Vespa non è Santoro, nemmeno per sogno. Certa gente non ha antagonisti, per fortuna; li lasciamo al lato oscuro della Forza (o dello Sforzo, secondo Mel Brooks). Vi ho baciato

Salvo ha detto...

chiedo venia per le mie intemperanze a livello storico, ma mi sembrava giusto rispondere!! Hai ragione Simo il blog non è adatto a questo tipo di discussioni, spero presto di incontrare Alessandro e tutti gli altri "compagni" di fronte a una tazza di french vanilla e un bel boston cream per fare un pò di sano revisionismo storico!!!
Complimenti a te Simona per i risultati raggiunti!!!

Simona ha detto...

La mia mamma si e' commossa piangendo mentre le leggevo la lettera delle mie valutazioni :) seppure fosse abituata ai miei 110 e lode!
E come ovvio in questi casi, nel ribadirmi che mi vorrebbe li' mi ha sottolineato che se sono proprio felice qui (almeno lavorativamente parlando) e' circa lo 0.5% piu' contenta per me :)

Francesco ha detto...

Simo brava. Mi ricordo ancora il post in cui raccontavi di avere trovato la lettera per il visto, lo stesso giorno in cui lo avevi ritirato, passando casualmente dall`Ufficio visti. E`passato tanto tempo, piu`per i risultati ottenuti che per il reale trascorrere dei giorni. Brava.

Simona ha detto...

Thanks ragazzi, si' il tempo e' volato e devo dire che sono successe tante cose in questi 2 anni da immigrata. Ancora pero' non mi sento...a casa

Davide ha detto...

Complimenti Simona ,
concordo con te che i riconoscimenti lavorativi si fanno sentire , tanto che alzarsi alle 5 del mattino pesa meno !
Invece trovo curiosa la tua affermazione nella quale dici di non sentirti ancora a casa .
Non so se è perchè l'ho voluto tantissimo oppure perchè a distanza di due mesi dal mio arrivo ho ripreso gli stessi ritmi che avevo in Italia , ma io mi sento a casa , mi sento come uno che è appena tornato da una vacanza a lungo termine e riprende il suo tram-tram quotidiano .
Boh ! Sarò ancora troppo euforico forse ? Cosa ne pensate ?

Lucia ha detto...

ciao simo che brava e che bello sentire una soddisfazione piena gratificante, venata di una leggera nota di stupore e frutto di una grande titanica fatica ma molto molto meritata sembra di tornare bambini. e mannaggia quanto ti invidio !!!!! ancora bravissima.
mi dici per favore cosa significa per te sentirsi a casa? io ancora non lo so.
me lo dite tutti?
anche carmelo che non lo leggo più e mi dispiace. quando ho chiesto di palesarsi non intendevo conoscere il suo cognome ma volevo solo rispondesse alle mie ansiosissime domande.

Simona ha detto...

Grazie per i complimenti :)
Qui c'e' una distinzione tra home e house. L'Home e' dov'e' il cuore e visto che tutta la mia famiglia ed i miei meravigliosi nipotini sono in Italia non posso che sentirmi a casa quando sono li' con loro. Qui non ho nessuno dei miei familiari e, nonostante mi sia perfettamente ambientata: ai ritmi (decisamente piu' lenti di quelli della capitale) e alla vita da downtowner ancora mi manca ...qualcosa o semplicmente avere vicino le persone che amo.

bruna ha detto...

E brava la nosta Simona, COMPLIMENTIIIIII :)
Penso che la tua Manager non e` l`unica ad essere fortunata di averti trovata e conosciuta, penso che tutti noi siamo fortunati che abbiamo vicino una persona meravigliosa come te. Tutti d`accordi con me ragazzi???? Please conferme. Gli anni passano veloci quando sei in un paese straniero, tutta esperienza. Non hai tempo di pensare al passato o al presente ma pensi sempre al domani e dove vuoi arrivare. Ed ecco che i giorni, mesi e anni passano e non ci rendiamo conto.
Importante e` essere felici e ottimisti anche se gli ostaccoli sono tanti e non abbiamo vicino le persone piu care per sostenerci.
La canzone di Michael Buble ( Home) e` una delle mie preferite. Ogni volta che la sento mi vengono i brividi....I wanna go home!!!!!

Lucia ha detto...

Simona, perdona il il richiamo a vecchi argomenti ma non ho potuto trattenermi.
Per Ale: articolo tratto dal sito della Gazzetta di Parma di oggi. Buona lettura.
"La Destra di Salsomaggiore Terme (Parma) ha scritto al sindaco Tedeschi per chiedere che venga affissa una targa ricordo sulla casa natale di Giorgio Almirante che si trova in via Milano al civico 9. Nella lettera si ricorda come «il 24 maggio del 2009 la locale sezione della Destra-Storace, all’epoca presieduta da Barbara Peveri, invitò a Salso Donna Assunta Almirante. «Donna Assunta Almirante, pur apprezzando il gesto, tornò a Roma delusa. Si aspettava un gesto più significativo a ricordo del marito: ad esempio, l’affissione di una targa a ricordo del luogo dove il marito era nato il 27 giugno 1914». A distanza di più di anno, è ora la Destra a formulare ufficialmente la richiesta, anche a nome di Assunta Almirante che ha sottoscritto a sua volta la lettera. Lupo Barral, consigliere comunale del Pdl, ha presentato un'interpellanza, ricordando che l'affissione della targa servirebbe anche «ad ovviare alle lacune di memoria dell’attuale presidente della Camera dei Deputati Fini circa la città natale del suo ex segretario di partito».

Salvo ha detto...

cara Lucia mi permetto di rispondere e giuro di non fare più alcun tipo di riferimento alla discussione, però non capisco questo accanimento e non vedo perchè non si debba dedicare una via o una piazza a Giorgio Almirante, in special modo nella sua città natia...non dimentichiamoci che l'Italia è piena di vie con nomi di personaggi che a differenza di Almirante oltre ad essere stati molto poco illustri sono stati anche dei criminali. Un esempio su tutte: Bologna via Stalingrado.
Passo e chiudo......

Alessandro ha detto...

Salvuccio bello. Da siciliano concordo che, almeno Palermo, e' piena di vie intestate, se non a criminali, a politici dei primi anni di Unita' d'Italia che gia' allora erano conniventi con la mafia del tempo, oppure a principi o nobilotti dei secoli scorsi che si divertivano a torturare e rubare. Per non citare generali e ammiragli che hanno massacrato contadini durante le richieste di riforma agraria. Il mondo e' ingiusto e spesso beffardo. DEtto questo, come immagini, scatta il MA, o il PERO', a scelta.
La citta`di Stalingrado, come sai, e`un simbolo della lotta al nazifascismo. La sua lunghissima resistenza al tentativo di invasione permise all'Unione Sovietica di ricacciare indietro i tedeschi e gli italiani, sfiaccandone morale e forze e, quindi, consentendo alla fine la vittoria degli Alleati. Pur intristendomi e soffrendo per la tragedia degli italiani del Corpo d'Armata Italiano che, con mezzi inadeguati, cercavano di tornare indietro, questo risultato ha permesso agli Alleati di vincere la guerra, con tutto cio`che ne consegue. E, a meno di non volere affermare che sarebbe stato meglio se avessero vinto Hitler e Mussolini, penso che tutti siamo grati agli abitanti di Stalingrado. Se poi il nome della citta`e`legato ad un dittatore, che possiamo farci? E`come se decidessi di bruciare Arcore perche`mi ricorda uno dei migliori statisti del secolo. Su Almirante ne abbiamo discusso. E comunque la scarsa memoria e`una triste caratteristica degli italiani. Oltre militanti fascisti, infatti, adesso si onorano ladri e latitanti come bettino craxi; e chi non lo fa e' tacciato di crudelta', ignoranza. Addiritttura si usa la parola "comunista" come se fosse un'offesa. Ricordo benissimo quando, durante l'ultimo discorso di Craxi alla camera, alcuni deputati della lega tirarono fuori un cappio, a significare il loro desiderio di linciaggio e di giuystizia fai da te. Gli stessi deputati adesso vanno in eremitaggio nella sua tomba, la quale, ricordo, e' in Tunisia perche' craxi e' morto da latitante. Da uomo di stato ha deciso di sottrarsi alle leggi dello stato che lui stesso per anni ha rappresentato.Uno squallido precedente, rispetto al suo compagno di loggia Berlusconi (tessera 1816 della P2). Lucia ti ringrazio per i nervi che mi hai fatto fare! Salvuccio torna a Toronto e ti prometto che ti farai il tatuaggio di Ho Chi Minh sulla fronte. Un bacio a tutti: a Salvuccio che si distingue, seppure dal lato sbagliato, dalla massa di suoi coetanei rincoglioniti da TV e facebook; a Bruna che da anni e' cittadina del mondo, e si e' adattata con successo a culture diverse e non sue; a Carmelo che sicuramente ci legge ma fa l'offeso e si sta sforzando tantissimo per nons crivere piu'; a Francesco che, eliminando Rizzuto, ha finalmente cancellato la mafiada Montreal. Adesso puoi occuparti della raccolta differenziata! A Lucia, guerrigliera indomita alla quale prepareremo un comitato di accoglienza all'insegna di HAsta la victoria siempre. A DAvide che riesce a dire tutto cio' che noi urliamo usando toni suadenti e distensivi. A Simona 2 che e' arrivata da poco e si sta guardando intorno. A Simona che presto vedremo come ospite d'onore a lanciare la prima balla da baseball al Rogers Centre. Tutti gli altri li conservo per mia moglie che mi deve fare un regalo di natrale cosi' bello da compensare quello ricevuto per i miei 40 anni.

Simona ha detto...

@Bruna: thanks cara per le tue splendide parole :-)

Alessandro ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alessandro ha detto...

simona sei stata al district poi?

Davide ha detto...

Grazie Alessandro per i " toni suadenti e distensivi " , diciamo che cerco di essere educato e non presentarmi urlando , ma come già avvenuto in altri blog ti assicuro che so usare anche toni più dirette ed incisivi davanti alla maleducazione....da buon siciliano quale sono!!!

Lucia ha detto...

ciao ale, mi preoccupo; il tuo ultimo commento era un saluto? dove stai andando? dove sei? mi manchi già.
carmelo invece credo sia sia autocombusto (!!!!!) nello sforzo di non scrivere più.
le tante domande che ho in testa, alle quali il buon carmelo sfugge, ve le farò prossimamente per adesso sono ancora troppo intrappolate.
mi ha molto colpito e fatto riflettere il racconto di bruna, ho trovato cose che non mi aspettavo.
baci a tutti.

Alessandro ha detto...

Lucia! Ancora qua sei? siamo tutti nell`altra stanza! Non me ne vado; io qua hop trovato home e house in una botta sola. Non appena avro' un lavoro vero cerchero'la casa, davanti alla quale piantero' una bandiera canadese con falce e martello sull'angolo in alto a sinistra. Cosa non ti aspettavi nel racconto di Bruna? Qua ormai e' iniziata la gara tra i vicini di casa a chi mette piu' lampadine e decorazioni davanti casa.

Anonimo ha detto...

@ LUCIA e x tutti.....
io non mi sono autocombusto,o messo la coda in mezzo le gambe!! anzi...sono TORO di segno e di fatto...cmq ti dico il vero mi sono un po stancato di dover essere contadetto solo con paragoni ridicoli con l"italia.Io ho sempre parlato e cercato di mettere in luce quello che avviene qui in Canada,e tutti quanti Voi a paragonare sempre con l"italia.Credemi che non posso ascoltare pareri sul Canada da chi ci ha appena messo piede,o sta facendo un corso all'universita',o appena arrivato x motivi di Lavoro,o altro....la mia esperienza Canadese e' purtroppo molto piu' completa e complessa.
Possiamo parlare di Politica ,di Economia,di Istruzione scolastica,di corruzione,di favoritismi,di speculazioni edilizia...di criminalita'....insomma di tutti quegli argomenti che tutti VOI ,ed io compreso conosciamo dell"italia ,ma di cui VOI ...o cercate di ignorare o semplicemente non conoscete,per ovvi motivi.Quindi ,io non mi sento un'emarginato o sottomesso o succube delle vostre critiche....anzi mi dispiace per Voi che non ascoltate una voce che potrebbe dire delle cose che non sapete,e' sicuramente non sono io a perderci ,ma chi non ascolta...alla fine io qui ,purtroppo ci vivo e ne conosco meglio le realta'...e spero francamente, di ritornare un giorno...e siccome cara Lucia ,tu hai detto a quali argomenti mi riferivo...ti faccio un breve elenco di esempi reali :
1- il primo ministro Harper chiede il Parlamento dal Nov.2009 al Marzo 2010,c'erano delle domande scomode sull'Afghanistan a cui rispondere ( torture da parte delle forze armate ,e varie
2- Cittadini Canadesi lasciati al loro destino senza l'aiuto del Governo (caso ARAR ed altri 6-7 casi )
3- Cittadina Canadese di origine Somala,arrestata in Kenia...la polizia del Kenia arresta la tizia dicendo che il passaporto canadese era falso,rimane in prigione x 3 mesi...grazie all'interessamento del Toronto Star....dopo 3 mesi interviene il governo...viene rilasciata,il passaporto era ok...
4-Walkerton....acqua contaminata e-coli,7 morti e 2500 intossicati
5-Maggio 2008,Maple Leaf Meat,carne contaminata...4 morti e 51 intossicati,mai aperta una inchiesta penale,solo risarcimento civile
6-sanita',quantunque ci siano ospedali tipo alberghi di lusso...attese di ore,normalmente 6-7 ore...e cmq dottori scarsi,esperienza mia personale
7-qui non e' il magistrato che conduce le indagini , ma e' la polizia che decide di aprire o no il caso...
8- istruzione scolastica e' di bassissimo livello,peggio in quello pubblica...un po' meglio quella nelle scuole cattoliche....cmq ridicola...Universita' a pagamento ed anche molto salate...
9- i posti di lavoro buoni sono gia' assegnati ,anche se li vedi pubblicati in internet,non significa nulla,lo fanno solo x far vedere che sono trasparenti
10-sistema prelievo fiscale...ti prelevano pure il sangue che ti rimane....
11- affitti cari,e se vuoi abitare in zone decorose ...a meno che non affitti un basement..per un 2 bedroom zona decente ci vogliono $1200,ma i palazzi sono tutti uguali dentro e vecchi di 40-50 anni...downtown stesso appartamento costa $1500-1600
12-parcheggiare ti costa un occhio
13 - qualita' del cibo ,scarsa ...cmq in quantita' enorme,ma scarsa,arriva tutto in celle frigo e chiaramente non sono maturate,solo spruzzate con dei prodotti chimici ....verdure e frutta,appena la tieni fuori un giorno ,max due diventa di colore strano....
14-vanno a votare solo il 30-32 % della popolazione
Lucia ,io non ti elenco questo per dirti non venire,quella e' una tua scelta,legati a motivi che tu sola puoi sapere,o tuo marito ,non so se sei sposata...tutti i lati positivi te ne parlano gli altri ,anche se avrei altre cose da dire,ma sono stanco adesso....
Un saluto
Carmelo

Simona ha detto...

Miiii Cammelo ma invece del commento prolisso rispondere alle mie domande no??!
Ah ma allora vedi che mi ignori!!

Anonimo ha detto...

Ciao Simona,scusami ...lo so ....aspetti me x il post....devo mettermi di buona vena e rispondere....solo che non ho molta voglia....giuro un giorno lo faccio tutto di un fiato.
Pero' ....anche tu non mi hai risposta ad una mia proposta commerciale....non ti ricordi....
cmq....
buonanotte e' 1 am ....tardi
carmelo

Simona ha detto...

Carmelo la tua proposta e' interessante ma a meno che le giornate non diventino di 40 ore minimo, non avrei il tempo per farlo, ho solo la domenica come giorno free...per ora :)

Alessandro ha detto...

Ora spengo la luce, cosi' uscite da qui!

Anonimo ha detto...

....ricordati che in Canada si lavora sempre....anche per Natale e Capod'anno....figurarsi lasciare libera la Domenica....scherzo,cmq neanche io ho troppo tempo,cosi' impegnato come sono a leggere post,giornali,TV ,e poi guidare 2 ore solo per fare andata e ritorno a casa dal lavoro....che era bello... una vespa 50,pantaloncini corti e sandali!!! qui mi ci vogliono 50kg di vestiti e un pieno di benzina ogni 2 giorni....
ciao
Carmelo

Anonimo ha detto...

stai tranquillo la luce la tagliano fra un po x mancato pagamento e ti mandano la collection agency....
carmelo

Alessandro ha detto...

Ecchemminchia!

Anonimo ha detto...

Quanti argomenti interessanti dei quali discutere.

Peccato che si potrebbe fare lo stesso se al posto del Canada si scrivesse "Italia", "Giappone", "USA" o quant'altro.

Comunque e' chiaro: il paradiso in terra non esiste, esiste solo il posto dove ci si sente bene, ed il posto dove ci si sente male.

Grazie a Carmelo per aver ricordato a tutti voi che i problemi e le fregature esistono ovunque: non lo dico per scherzare, anzi. Sono d'accordo con lui.
Non bisogna mai emigrare credendo di sbarcare nella terra promessa, dove tutto e' d'oro ed i problemi non ci sono: quelli esistono ovunque.
Non credo che il Canada sia un paese migliore di altri, cosi' come non lo sono gli USA (avendoci vissuto) o la Francia: la cosa che conta e' vivere nel posto nel quale fa piacere vivere.

Non mi perdonerei mai di aver scelto di vivere in un posto che detesto: avrei buttato nel cesso l'unica vita della quale dispongo.

Non oso immaginare come dev'essere triste la vita di una persona che rimpiange e rimugina un altro posto....brrrrrr.......

Pero' questo uno lo sapra' solo provando ad emigrare altrove, se vivere nel proprio paese lo fa soffrire.
Se poi scopre che preferiva "l'altro paese", beh: puo' tornarci. Se non ci riesce, ha tutta la mia compassione, per quel che puo' servire: dev'essere orribile!!!

Enzo

Anonimo ha detto...

Oops, ho sbagliato a scrivere

"Grazie a Carmelo per aver ricordato a tutti VOI che i problemi e le fregature esistono ovunque"

volevo dire "a tutti NOI"

:D

Simona ha detto...

Carmelo io la Vespa me la compro per la prossima estate ma 125! In piu' a Toronto ho il parcheggio gratis ovunque, anche sui marciapiedi. A Roma non ti dico quante multe mi sono presa nei posti piu' impensati....persino la polizia ferroviaria mi faceva le multe al motorino!
P.S. Gli infradito qui si usano tutto l'anno per cui non dovresti avere il problema dei sandali!!

Anonimo ha detto...

SImona, sei sicura che non c'e' nessun parcheggiatore abusivo a chiederti i soldi?
:D

Anonimo ha detto...

Ciao, non mi ricordo bene, ma Carmelo è quello del cannolo alle 3 del mattino a palermo ? Qui non credo si tratti di Italia contro Canada o viceversa. Nè di persone che credono di essere in paradiso, nè di immigranti ignoranti che girano per il Canada con un fiore nel culo e che fino a che non avranno capito la vita o trascorso qualche anno in prigione a Edmonton non potranno parlare. Questo è un blog nel quale si confrontano e si scambiano idee persone che hanno in comune una esperienza da vivere o in vivendo in Canada. Io non sono d'accordo con Carmelo, trovo i temi che sottopone interessanti, ma con il suo approccio agli altri è pessimo, perchè provoca insofferenza. Diciamo che non ha proprio un approccio divulgativo e soprattutto parla di un paese con cognizione di causa ma implicitamente lo paragona ad un altro di cui probabilmente oggi riuscirebbe a riconoscerne solo la forma sulla carta geografica. Io qui sto bene, fatico e mi arrabbio, ho fatto fatica e ne faccio ancora, ma capisco chi prova a cambiare la sua vita e affronta il più grande cambiamento della sua vita con sogni e speranze. Teneteli stretti, credeteci, questo paese è nato dai sogni e dalle speranze di chi attraversava un oceano e ospita con affetto anche i "so tutto io". Andrea

Alessandro ha detto...

Ecco cosa era quel pruritino fastidioso. Andrea è la prima volta che scrivi? Piacere di conoscerti, anche se gli onori di casa dovrebbe farli la bionda. Ma penso sia occupata, dato che è venerdì sera e lei è giovane e bella. Dove vivi? che fai? Noi (io, moglie e figli) siamo qui da meno di un anno e ci apprestiamo al primo natale. Buon fine settimana

Anonimo ha detto...

x Andrea
grazie per aver collegato il mio nome e la mia persona ai cannoli alle 3 di mattina a Palermo.....avrei preferito che mi ricordassi per avervi smosso dal torpore unico di sola critica nei confronti della madre patria...ma siccome il fine giustifica i mezzi...GRAZIE.
Caro Andrea e a tutti voi amici,non sono polemico nel definirvi amici virtuali,perche' in fondo passiamo qualche minuto assieme ed utile ,nonche' importante per rafforzare la conoscenza della nostra amata lingua madre, a meno che non vogliate ripudiarla....non credo...
non ho capito bene il discorso ...dentro il culo,ma cmq di moda in Canada...specialmente negli ambienti supermaschi...ho solo riportato dei fatti di cronica...e non devo giustficarmi con nessuno,mi sembra di capire,e spero che nessuno me ne voglia ,che siete voi a cercare di sostenervi per la scelta che avete(giusto o no )fatto nel venire qui...e nessuno ( io ) vi ha mai detto andate via...non ho nessun diritto di dirlo e non lo penso....
Cmq mi fate sentire bene....minchia mi sento un PALADINO di....Sicilia...hahhahahah
combatto contro tutti voi...
Per l'insofferenza consiglio un bel viaggio ...a Nassau...

x Enzo,grazie per il mezzo supporto,ho 50 anni e so bene quello che voglio.
Dopo aver girato mezzo mondo per affari,per piacere,per ...ect ect non avro' rimorsi ,se un giorno dovessi ritornare in Italia,anzi ...una cosa e' certa che tutto il mondo + o - e' uguale...e cmq ritornero' con una certa posizione finanziaria....e cosi mi godo i famosi Cannoli Siciliani,anzi queeli di Piana degli Albanesi ....che sono belli lunghi e grossi ed invito qualche amico ,che magari non li conosce...
buonanotte

carmelo

Viva L'Italia

Per un ottimo Futuro,e volendo vivere un buon Presente,apprezzate il Passato......
questa frase la scritta Carmelo Giardina....di Palermo ( ex Capitale Delle Due SICILIE)

Anonimo ha detto...

Carmelo: anche io, che ho poco piu' della meta' degli anni tuoi, ho girato mezzo mondo. Non credo pero' che questo possa rendere me superiore a chi e' rimasto tutta la vita nello stesso paese.
Una curiosita': la tua buona situazione finanziaria te la sei creata a Palermo?
C'e' possibilita di diventare ricchi a Palermo? Magari potresti dare qualche dritta a chi pensa che il Canada sia migliore di Palermo per migliorare la propria posizione finanziaria, e lo puoi correggere.

Parlo sul serio, non sto scherzando.

Anonimo ha detto...

x Anonimo...
per rspondere alla tua domanda....
si anche a Palermo ci si puo' arricchire ,o vivere bene ,come qui in Canada,chiaro che dipende da alcune cose :
1- non puoi pensare di arricchirti facendo l'impiegato!
2 - trovare da fare la cosa giusta al momento giusto
ti racconto la mia storia ,in breve...avevo 25 anni e per caso inizia a Palermo l'attivita di agente finanziario ( 1985 )...oggi sono 110,000 in Italia.....grazie ad un amico di Viterbo fui introdotto ad una compagnia finanziaria di Modena,gruppo Marazzi Ceramiche,....da li poi ho lavorato x il Nuovo Banco Ambrosiano ,la Banca Cattolica del Veneto,la Banca d"America e D'Italia (Oggi si chiama Deutsche Bank)....e per loro sono stato agente per i territori di Palermo,Messina, e Bologna ,ed avevo 3 uffici....sono stato anche agente esclusivo x la BANKAMERICARD VISA,che allora era la unica mandante esclusiva della VISA in Italia....si facevo molto bene...e poi arrivo' il grande girono ...nero....io e mia moglie ci siamo spaventati nel 1992 con la morte di Falcone ,e poi Borsellino e decidemmo di andar via da Palermo per dare un futuro migliore ai nostri figli,errore grave...cmq dissi a me stesso se sei bravo ed in gamba non importa dove vai,ma chi sei....e cosi anche qui in Canada dopo qualche anno di sacrifici sono riuscito ad essere un Top Producer ...ma non ti racconto tutto cio' per farmi grande....non ho di bisogno,lo faccio per incoraggiarvi a pensare che non e' tanto il luogo dove abitate ,ma quello che il vostro potenziale puo' esprimere ovunque...
caro amico anonimo,innanzi tutto non posso darti nessuna dritta ,in quanto non leggo nelle palle di vetro,poi deve essere la tua personalita' ad imporsi...e ti consiglierei per esempio di non aver paura ad identificarti,non per me ,ma per te stesso....e guardare sempre le persone negli occhi ....alla lista che ho fatto di paesi ne manca un'altra meta'....ma come tu ben dici ,non sono i KM che fanno superiore una persona su un'altra...no....pero' sono indici di conoscenza,di sapere cosa c'e' al di la del proprio naso...e cosi facendo impari ad essere puo' accorto quando parli,ascolti,ti muovi con piu' cautela e rispetto,e soprattutto impari cose dagli altri che altrimenti non conoscevi...chiaro il mio esempio....caro amico,io non devo dimostrare niente a nesuno.......
Palermo non e' migliore del Canada,e sciocco affermare una cosa simile,cosi come dire che il Canada e' migliore dell'Italia...sono realta' totalmente diverse e la gente e' troppo diversa.In Italia sono tutti italiani,tranne i nuovi immigrati ,sono tutti di sangue latino,e parlano tutti una sola lingua a casa...qui in canada ci sono circa 175 razze ,con tanti colori diversi...gia' questo dovrebbe farti capire qualcosa...poi vengono da paesi cosi' diversi,tutti parlano di integrazione....non credo che funzioni( vedi i paesi nordici in Europa ,Svezia).....anche se all'apparenza sembra tutto calmo ( ma questo e' normale nei paesi ad influenza anglosassone ) e poi siccome vengono da paesi dove ci sono guerre,l'impiccagione con le grue,bombe a dx e sx,esplosioni....chiaro che qui stanno buoni e zitti,infatti sono i figli che creano problemi...in quanto si sentono e sono canadesi al 100%...quindi si sentono autorizzati a far casino ...
ciao
carmelo

Anonimo ha detto...

Carmelo, l'anonimo sono io, cioe' Enzo.
Ho dimenticato di scriverlo sotto come negli altri messaggi: non sono registrato. Mi scuso per questo: puoi controllare gli IP o chiedere a Simona.

Grazie per la spiegazione, ma non sono io che chiedevo dritte :D: infatti scrivevo

" Magari potresti dare qualche dritta a chi pensa che il Canada sia migliore di Palermo per migliorare la propria posizione finanziaria, e lo puoi correggere."

che ovviamente non era per me,ma per i futuri immigrati, chiaro :).

Anonimo ha detto...

Ciao Alessandro, io vivo a Toronto da 8 anni, sono sposato, ho tre figli e insegno all'università di diritto. Sto bene, vivo serenamente in Canada, problemi compresi, mi dispiaccio per le cose che sento dell'Italia e credo che andare via dalla propria famiglia e dalla propria vita sia molto difficile ma che ne valga la pena. Credo anche che Carmelo racconti un sacco di cazzate e che si diverta a provocare. Mi ricorda un collega che, quando rispondeva al telefono, diceva che stava malissimo in Canada, solo per paura che la gente venisse a trovarlo e volesse rimanerci. Andate avanti e non lasciatevi distrarre, ha ragione Davide, ritornate a parlare delle vostre esperienze e lasciate perdere le stupidaggini di Carmelo, ormai non lo sopporta più nessuno, tanto vale lasciare perdere, sembra Gasparri o un opinionista di Porta a Porta. Perchè non parlate di come stanno i vostri figli? Di come vivete il primo Natale? Cambiate aria e divertitevi. Grazie per il benvenuto vi leggo da tanto tempo e mi sono affezionato a voi. Andrea

Simona ha detto...

Ciao Andrea, benvenuto nel blog :)

Alessandro ha detto...

Andrea invidio i tuoi 8 anni in più qua. Due giorni fa è venuto a trovarci il fratello di mia moglie, con sua moglie e mio nipote, coetaneo di mio figlio. Così in questo weekend stiamo facendo da ciceroni, ma soprattuttto i nostri figli stanno cercando di recuperare questi mesi di lontananza. Ieri siamo stati a Niagara on the Lake e alle cascate. Dato che il buio arriva prima, abbiamo fatto vedere lo spettacolo diurno e serale. E le luci sonovermaente belle. Poi c'è quell'oscena parte del paesino, tipo Las Vegas, ma pazienza. Abbiamo cenato al Rain Forest cafè, pessimamente, ma i pupi erano felici e spaventati dalla periodica tempesta tropicale. Ogni tanto passavano cameriei con un gelato enorme urlando "Vooooolcaaaanooo", e mio cognato pensava nominassero un noto deputato di Fini, in questi mesi molto nominato e con un cognome equivoco. Oggi dovremmo andare alla Santa Claus Parade, anche se temo il caos. Per concludere con il patetico Affaire Carmelo (anche io conosco il francese!), ho risposto solo per rispetto nei confronti di quelli che dall'Italia leggono questo blog per capire e documentarsi ulteriormente, in vista di importanti decisioni, così come facevamo io e mia moglie prima di partire. Capisco la loro conddizione e stato d'animo e mi sembrava crudele e stupido quel tipo di messaggi. Buona domenica

Anonimo ha detto...

X Andrea....
grazie per il tuo commento sulla mia persona e sui miei commenti....quello che mi preoccupa e' quello che dici....
e visto che dici che insegni DIRITTO,ancora peggio.... e poi neanche TU sei sicuro di quello che dici....quando all'inzio dici....credo....io riporto fatti successi,che TU uomo di diritto dovresti almeno sapere o leggere...quindi questo vuol dire molto probabilmente non ti aggiorni....ma forse hai ragione e tutti quanti Voi,bisogna soltanto lavorare ,non ascoltare i NEWS ,non leggere i giornali,non vedere cosa o non fanno i politici.....ma allora cosi stai bene in tutto il mondo.....quindi ignorare quello che sta intorno...quindi il DIRITTO a non sapere....
ciao
CARMELO

Francesco ha detto...

Carissima Simo, vedo che stai bene!! Sono molto felice per te. Giovedi sera sono passato casualment da Popil Streat ed ho salutato il mitoco Nino e il Giampy. Stanno tutti ok. C'era anche tua sorella Nancy. Non capisco cosa ci facciano ancora lì. Io rimango sempre dell'idea di aprire un ristorante noi!! Basta con queste robe di IT. Se tu ci stai io sono sempre pronto!! Baci

Simona ha detto...

Ah ma allora sei vivo Ciccio! Che fine hai fatto?

Anonimo ha detto...

Carmelo,
il verbo "credere" identifica una certezza, una professione di fede (ricordi la preghierina, credo in un Dio...) e non una formula dubitativa.Nulla ho scritto sulla tua persona, anzi ho scritto che i temi che affronti sono interessanti.
Credo che tu li ponga in modo alquanto sgradevole e a questo proposito, ripetendomi e scusandomi, credo (con la sfumatura di cui sopra) che tu scriva delle stupidaggini.
Ciao. Andrea

moreno ha detto...

Ciao a tutti, per ora sto leggendo il blog, sono molte le cose che avrei da dire, ma non sò da dove iniziare, per ora... Quindi ho deciso che continuerò a leggere. In questo momento sono troppo preso dalle pastoie della burocrazia di gomma che abbiamo qui in Italia. Così leggo solo per rendermi conto che 'oltre l'orizzonte le cose sono diverse', anche se per questo ho un fratello a Toronto che mi tiene costantemente informato; ma tutti voi avete quel quid che fa davvero la differenza. Grazie a tutti, e specialmente a te Simona.

moreno ha detto...

Auguri a tutti di Buona Pasqua da Moreno & Co.