mercoledì 19 settembre 2012

Silk Road Canada - Consulenza all'Immigrazione in Canada


Oggi pubblico delle informazioni relative ad una società che si occupa di consulenza all’immigrazione, ottenute attraverso amici comuni, spero possa essere di aiuto a qualcuno. Preciso comunque che io non ho mai usufruito dei loro servizi ma ammetto che in molti casi di immigrazione l’uso di un consulente é fondamentale per l’ottenimento del visto.

SILK ROAD CANADA

MISSION
Silk Road Canada will utilize its extensive business experience to deliver professionally accredited Immigration
Consultancy and Business Development services enabling successful economic establishment of immigrants to Canada

Hossein Lotfi, President, Silk Road Canada

  • BSC Environmental Engineering, University of North Carolina
  • Immigrated to Canada in March 1995, Canadian citizen in 1998
  • President, Silk Road Tours Ltd. – immigrated over 800 families to Canada
  • President and Founder Iranian Canadian Business Cultural Association (ICBCA.org) 2009
  • President, Urban Construction Atlantic Ltd, a NB based construction and development co.
  • President, Canadian Ventures Inc., an international trading company

Larry DeLong, Vice President and Managing Director, Silk Road Canada

  • BBA and B.Ed. University of New Brunswick
  • Certified Business Retention Consultant, University of Minnesota
  • Immigration Licensing Program, Canadian Society of Immigration Consultants
  • Successfully completed ICCRC Immigration Licensing Exam
  • 20 years Business Development experience
  • 5 years Banking/Lending experience

New Brunswick, Canada - offre l'opportunità agli imprenditori stranieri di ottenere la residenza permanente, attraverso il Programma di Provincial Nominee del New Brunswick. Gli imprenditori stranieri possono prendere in considerazione per iniziare, l'acquisto di una società esistente o acquisire almeno 1/3 della società in termini di patrimonio. Questo é considerato un percorso più rapido ai fini dell’immigrazione e può essere preso in considerazione se si vuole investire capitali in Canada.

Una componente chiave di questo programma è l’avere un business plan basato  sulle condizioni economiche di dove si vuole fare l’investimento che dimostri che il progetto avrà buone possibilità di successo.

Larry DeLong, Amministratore Delegato di Silk Road Canada è un consulente specializzato in immigrazione con licenza immigrazione affari con uffici a Fredericton New Brunswick e Vancouver British Columbia. Mr. DeLong ha esperienza bancaria e da 20 anni lavora con Enterprise a Fredericton, gestisce un’agenzia di sviluppo che è in grado di aiutare, sia nella domande di immigrazione che nelle opportunità di business.


ALCUNI DEI SERVIZI OFFERTI
IMMIGRATION SERVICES
  Licensed - Immigration Consultants Canada Regulatory Council

·         Work Permits
·         Study Permits
·         Labour Market Opinion Applications
·         Temporary Resident Visa
·         Permament Residence Applications
·         Family Sponsorship
·         Provincial Nominee Applications


CONTACT INFORMATION
Silk Road Canada
   466 Queen Street, Wilmot Alley, 
    Fredericton NB - E3B 1B6 Canada
Phone: (506) 454-4545 (O),
(506) 478-2981(C),
E-mail: lgd@silkroadcanada.ca

77 commenti:

Sonia ha detto...

Ciao Simona :D..
Ti ringrazio moltissimo per questo stupendo blog .. che è molto utile ed interessante :).. io avrei bisogno di un tuo consiglio .. Vorrei andare in Canada come turista. Ho visitato il sito canadese ma non ho trovato dettagli di ciò che voglio sapere .. in pratica ho una zia in canada che non vedo da 12 anni, è da tanto tempo che mi dice vienimi a trovare .. ora ci voglio andare nonostante le preoccupazione per il freddo che fa la .. Non so "precisamente" cosa mi serve come documentazione .. so che devo avere biglietto A/R e passaporto e questo non è un problema .. c'è che dice devo avere risorse finanziare per stare la (pensavo di portare un 1000€ tanto starò da mia zia quindi non ho chi sa che spese) ma non so come precisamente devo dimostrare queste risorse (carta di credito, assegno, conto in banca ecc..)??.. Poi c'è che dice che c'è bisogno di lettera d'invito da parte dei parenti in canada o.O .. inoltre non so come comportatrmi in caso mi ammali .. il ritorno nel biglietto lo voglio fare per 6 mesi per sicurezza, non so se posso farlo, non ho idea di quanto voglio stare la, potrei desiderare di ritornare dopo una 20 di gg come potrei rimanere mesi.. cosa mi consigli di fare per tutti questi punti?? Ti prego di aiutarmi ne ho urgentemente bisogno .. vorrei partire entro una settimana o 2 (vorrei arrivar là che c'è ancora un po di sole hihihihi) .. Ti ringrazio in anticipo per ogni aiuto che mi potresti dare .. Grazie di cuore ^__^ Sonia.

Simona ha detto...

Ciao Sonia, non so esattamente dove abita tua zia ma qui a Toronto il freddo non e' tanto diverso da quello di Milano o Torino...lo scorso inverno anzi e' stato meglio! Per cui non farti prendere dai luoghi comuni del freddo Canadese, il Global Warming ha colpito anche il North-America purtroppo.
Cmq a parte questo come cittadina italiana puoi venire in Canada da turista per un massimo di 6 mesi e non ti serve alcun visto ma solo biglietto e passaporto, non devi dimostrare di avere soldi con te o robe simili, ovvio solo il biglietto di ritorno!

Anto68 ha detto...

Ciao Simona,mi chiamo Antonella e vorrei qualche informazione se possibile.Vorrei sapere se sono cittadina Canadese. Sono nata in Canada(Belleville)nel 1968 e nel 1981 siamo tornati in Italia.I miei genitori ricevono una pensione Canadese quindi in base a questo ho diritto a un passaporto Canadese?
So che dovrei andare all'ambasciata Canadese a Roma per scoprirlo ma magari hai qualche informazione che mi potrebbe aiutare? Grazie in anticipo Antonella

Anto68 ha detto...

Ciao Simona,mi chiamo Antonella e sono nata in Canada(Belleville)nel 1968 e trasferita in Italia nel 1981.Vorrei sapere se sono cittadina Canadese e se posso richiedere un passaporto Canadese. I miei genitori ricevono una pensione Canadese perchè allora avevano la cittadinanza.
Grazie per l'aiuto Antonella

Ruggiero De Ceglie ha detto...

Buongiorno Simona! Sono un tuo lettore appena acquisito, nel senso che seguo ancora da poco i tuoi post.. :) Come tanti altri prima di me, vorrei farti anzitutto i complimenti per aver creato un blog ricco di informazioni utili per chi voglia intraprendere un nuovo cammino in canada. Volevo chiederti giusto un parere sulla mia situazione, sebbene poco affine al topic da te creato.. io sono una matricola universitaria, studio economia a pavia. Mi chiedevo se ci fossero stati in passato, casi di italiani emigrati in canada con una laurea in economia aziendale. Più nello specifico: Con quanta difficoltà una persona dovrebbe prevedere di trovare lavoro in canada con una laurea in economia presa all'estero? Essendo un percorso di laurea afferente alle scienze sociali/umanistiche, sarebbe comunque convalidata nel momento in cui io voglia trasferirmi in un paese non europeo? Non vorrei ritrovarmi nella situazione in cui la mia laurea venisse considerata carta straccia (nella peggiore delle ipotesi), e poichè non sono riuscito a trovare esperienze di neolaureati in economia, emigranti in canada, mi sono rivolto direttamente a te nella speranza che tu possa rispondere al mio quesito! Ad ogni modo, grazie di nuovo per la tua disponibilità.

Giampiero

Sonia ha detto...

Ti ringrazio tantissimo per la tua veloce risposta .. sei stata molto, ma molto gentile, mi hai tolo un peso enorme ;) ... Rimane solo una cosa, dimmi ti prego che non è vero che io debba ASSOLUTAMENTE avere un'assicurazione sanitaria, altrimenti non mi fanno entrare .. devo partire tra un giorno e ho fatto qualche preventivo è costosissima :'( aiuuuuuto .. spero che non mi fermano in aeroporto e mi rimandano in dietro :-( ...

Sonia..

Simona ha detto...

@Anto68: la cittadinanza Canadese dovresti averla ancora visto che sei nata e vissuta per diversi anni in Canada, puoi richiedere all'Ambasciata Canadese un certificato che provi la tua cittadinanza.
@Ruggiero De Ceglie: non mi risulta nessuno che abbia potuto utilizzare concretamente la propria laurea in Economia qui in Canada, c'e' un sistema economico/politico molto diverso in North-America...mi sembra poco fattibile la cosa, tanto piu' escludo che mai questo tipo di laurea potrebbe rientrare nella lista dei NOC, sorry spero cmq di sbagliarmi.
@Sonia: Da turista NON hai obbligo di una copertura sanitaria, qui non e' come in USA dove i prezzi della Sanita' sono incredibilmente elevati, puoi pagarti un dottore se proprio dovessi averne bisogno per una visita, senza dover chiedere un mutuo!!

Tommaso Francesco Villa ha detto...

Ciao Simona,
innanzi tutto complimenti per il blog, chiaro, molto utile e ben gestito!
Mi chiamo Tommaso, ho 26 anni e mi sono Laureato in Farmacia presso l'Università Statale di Milano nel marzo 2011. Ho un esperienza di un'anno in Chimica Tossicologica avendo svolto una tesi sperimentale della durata di un anno nel Lab di Scienze Farmaceutiche di Milano. Sarei dovuto partire subito per gli USA dopo la laurea per continuare nella ricerca...visto l'anno fortunato(...crisi mondiale :) ) i visti sono stati bloccati ecc...insomma passato l'esame di stato a luglio '11 è da un anno che restando in Italia ho svolto la professione di Farmacista.
Non ti elenco le centinaia di applicazioni fatte per PhD e specializzazioni all'estero fatte in questo tormentatissimo anno...
Insomma da sempre ho voluto espatriare e avendo a lungo(penso troppo) valutato molti aspetti, economici, qualità della vita ecc...il Canada è diventata la mia "America" di neoEmigrante!
Per cominciare ho intenzione di frequentare un corso IELTS preparation intensivo a Toronto tipo 8 weeks per portare il mio mediocre 5.5 eheh(guadagnato lo scorso 25agosto con non pochi sacrifici)ad un 6.5 utile anche per potersi accreditare come Pharmacist...ma utilizzerei questo periodo (e altre sett. dopo il corso) anche per cercare un lavoro in Lab o aziendale (da quello che ho letto il settore Chem and Pharma è forte in Ontario). Sarei intenzionato a partire per la fine di Novembre. Una tua impressione? è un'impresa fattibile?
Nel bene e nel male sono solo e per questo ti chiedo consigli, aiuti se me ne puoi dare, iniziando dal come trovare un alloggio.
Ringraziandoti in anticipo ti auguro una buona domenica!
Un Saluto
T.

Voltisa Xhokaxhiu ha detto...

Ciao Simona!

Grazie per l'utilissimo blog! Anch'io vorrei vivere a Toronto, ho fatto il test online dove ho totalizzato 85 punti, mentre mio marito ha la possibilità di farsi fare un contratto di lavoro da una ditta di Toronto. Hai idea se sia vero che nel caso facciano il contratto a lui, può venire in Canada SOLO lui, mentre noi (io e mia figlia di 2 anni) dobbiamo aspettare qualcosa come 4 anni prima di ricongiungerci?
A questo punto non so se aspettare la pubblicazione delle nuove norme nel 2013 e fare domanda come skilled worker (sono laureata in scienze della comunicazione con master in direzione del turismo) o proseguire con il contratto di lavoro per mio marito?
Grazie in anticipo per la tua risposta! :)
Voltisa

Simona ha detto...

@Tommaso: la ricerca qui e' molto sentita ed il Canada investe molti soldi, anche per ricercatori stranieri, il mio consiglio sarebbe di puntare su quello se ci riesci. Per un alloggio prova a dare un'occhiata sulla craiglist.org, sito gettonatissimo qui in North-America per tante cose.
Voltisa: il punteggio di 85 e' strepitoso, davvero altissimo complimenti. Molto dipende dalla tipologia di contratto di lavoro e skills di tuo marito, se rientrate in quelle qualificate te dovresti avere anche un permesso di lavoro aperto della stessa durata di quella di tuo marito...decisamente la strada piu' semplice ma al posto tuo inizierei cmq le pratiche per la residenza permanente, appena riaprono le liste degli skilled worker nel 2013.
In bocca al lupo!

Matteo Leidi ha detto...

Ciao Simona,
mi chiamo matteo, ho 34 anni e sono geometra in un'impresa stradale in Italia.Come tanti, ho il sogno di trasferirmi in Canada, e questo visto il momento sembrerebbe il momento giusto, volevo chiederti, in Canada c'è richiesta di lavoratori nel settore stradale? o comunque quali sono i settori più ricercati? sarei disposto anche a cambiare tipo di lavoro, e soprattutto quale sarebbe il modo più veloce per trasferirsi? o visto che in italia ci sono agenzie che organizzano vacanze lavoro, può essere un modo per approcciarsi? ciao ciao grazie in anticipo!

Matteo Leidi ha detto...

ciao Simona,
sono Matteo, ho 34 anni, e lavoro come geometra in un'impresa stradale in Italia.Come tanti ho il sogno di trasferirmi in Canada, volevo sapere, quali sono le professioni più ricercate? e nel settore stradale, c'è richiesta di manodopera e tecnici?in Italia ho visto che ci sono agenzie che organizzano vacanze lavoro, potrebbe essere una buona idea (visto che valgono fino a 35 anni) grazie in anticipo ciao ciao

Lori ha detto...

Ciao Simona come stai? Sono Lori. È passato un anno dall'ultima volta che ti ho scritto, di preciso nel tuo post "I passi per fare domanda d'immigrazione", ora ti riscrivo per darti le ultime novità. La nostra application come federal skilled worker è stata ricevuta a dicembre del 2011 ed è tutt'ora in process. A settembre di quest'anno abbiamo ricevuto le istruzioni per fare la visita medica, l'abbiamo fatta i primi di ottobre ed abbiamo spedito tutto insieme agli altri documenti aggiuntivi che ci richiedevano. E tadaa... pochi giorni fa è arrivata mail con la richiesta di spedizione dei passaporti per il rilascio del visto!!! Che dire?? Felicità, paura, euforia, angoscia... una serie di emozioni che certamente sei in grado di capire. Ora che tutto sembra più reale stiamo consultando i vari siti con le indicazioni per il trasferimento. In questo momento sono un po' preoccupata per la pignoleria delle liste dei goods to import and goods to follow, ma via, si faranno anche quelle...
Ciao Simona, ti saluto. Credo ci risentiremo presto.
Lori

buddhi gunaratne ha detto...

Ciao Simona :D..
Ti ringrazio moltissimo per questo stupendo blog io avrei bisogno di un tua consiglio. sono cittadino italiano, e origine dello srilanka,sono electro tecnico, sposato ho due bambini 11 e 09 anni loro nati in italia mio moglia ha un lauria di paese ma non sono cittadino ancora ma regolare in italia , ho un lavoro fisso come electricista industriale lavoro una fonderia fa acciaio ,(grouppo riva)dal 2000, ho mio zia con tuttala familia vive in canada in toronto loro sono cittadini .
mio domanda,vorrei venire lavorare e vivare in canada,se io entro come turista se trovo un lavoro posso avere paramesso di lavorare?se no che modo io devo seguire.in oltre se ce'qual che agenzia in italia ,poi dirmi.Ti ringrazio in anticipo per ogni aiuto che mi potresti dare .

Simona ha detto...

Ciao Matteo, siccome hai gia' 34 anni ed il WHV e' solo fino ai 35, io ti consiglierei di provarlo per il 2013 se ci riesci ;)
Il tuo e' un lavoro particolare che solo venendo qui - direi nel periodo estivo - potresti avere una visione piu' chiara di come va questo settore. L'unica cosa che posso dire e' che l'inverno non si lavora molto. Qui dicono che in Canada ci sono 2 stagioni: l'inverno e constructions!

Simona ha detto...

Ciao Lori e complimenti per il vostro visto! Sono molto contenta per voi ;)
Devo dire che negli ultimi mesi l'ufficio visti ha chiuso la possibilita' di immigrare in Canada a molti per cui e' sempre positivo sapere che qualcuno ce l'ha fatta ;)
Sulla lista dei Goods to Follow scrivi tutto quello che hai, non escludere neanche uno spillo...anzi io direi abbonda! Nessuno ti dira' nulla per cio' che forse importerai in Canada un giorno!
Auguri e quando siete in Canada fatemi sapere!!

Simona ha detto...

Ciao Buddhi, credo molto dipenda dalla tipologia di lavoro che troverai qui in Canada e soprattutto dovrai trovare un datore di lavoro disposto ad andare incontro tutto il processo di immigrazione, infatti per poter avere un permesso di lavoro temporaneo devi aver prima ottenuto un LMO positivo.
Magari qui in Canada c'e' richiesta dei tuoi skills e non avrai troppi problemi a trovar lavoro, ma metti in conto qualche mese per il processo di immigrazione prima di poter iniziare regolarmente a lavorare ;)

Francesco Santoro ha detto...

Ciao Simona grazie in anticipo volevo chiederti di che documentazione ho bisogno per lavorare a Montreal come chef di cucina e se pensi che la mia occupazione sia richiesta in Canada vorrei trasferirsi in ottobre 2013 sto facendo un corso per migliorare il mio inglese intanto ciao grazie

Itachi Uchiha ha detto...

Ciaooooo Simooonaaaa XD, Sei una persona adorabile aiuti molto tutti noi in difficoltà, Vorrei chiederti una cosa, ho 20 anni, Ho Fatto Scuola Per Metalmeccanico, di Preciso Macchine Utensili ho Fatto scuola triennale, Per 3 Anni e alla fine mi Hanno Lasciato una Qualifica nel mio settore, Faccio il Tornitore, Il mio Lavoro da il lavoro per Tornitore è Ricercato lì ? in quale paese ?? sarei disposto anche a iniziare da ZERO Tutto pur di rimanere lì. Per ora ho solo una qualifica triennale come Tornitore Macchine Utensili con 2 anni di esperienza di lavoro, Dici che se invio Curriculum un pò dovunque in Canada ho buone probabilità di essere accetato ? e tutto sommato anchio ho Buone Probabilità di Entarre in quel paese ? i Soldi li ho messi tutti da parte, e li Userò quando andrò in Canada, Vorrei andare in Canada. l'Inglese lo so più del Livello Scolare, sarei in grado di capire e Farmi Capire, Aiutami Per favore, hai molta più Esperienza tu in queste cose, Aspetto con Anzia la RIsposta, ora sono in italia e stp faccendo il curriculum in inglese, perchè quello europeo nn è voluto li, sono un cittadino exstracomunitario, non ho ancora la cittadinanza italiana ma ho già fatto la domanda la avrà spero fra 2 anni, per ora i modi per entrare in canada quali sono per me ? se invio i miei curriculum da qui in canada per te ho probabilità di essere accetato, e poi magari grazie al azienda se mi accetano, con che visto potrei andare li ? ho probabilità di andare in questo modo, quale sarebbe il miglior modo secondo te ti prego rispondimi aspetto ogni ora in attesa della tua risposta per favore simo, Grazie mille in anticipo

Simona ha detto...

Ciao Itachi, siccome sei giovane io ti consiglierei di venire in Canada con un Working Holiday Visa. Il programma dovrebbe essere per 6 mesi ma rilasciano quasi sempre visti di un anno, per cui abbastanza tempo per cercare un buon lavoro!

Simona ha detto...

Ciao Francesco, lavorare in Canada da chef credo sia abbastanza semplice...figure professionali ricercatissime! Il Quebec ha regole un po' diverse dal resto del Canada ma in linea di massima credo sia simile: diciamo che dopo aver ottenuto un'offerta di lavoro il tuo datore di lavoro deve fare domanda di LMO - per capire se stai "rubando" lavoro ai Canadesi - ottenuto quello te puoi richiedere all'ufficio Immigrazione del Canada un permesso di lavoro - della durata dell'offerta di lavoro che ti e' stata fatta.
In bocca al lupo!

Ina Pulaj ha detto...

Ciao Simona,
Sono Ina, l'architetto di Firenze, se ti ricordi. Ti volevo fare delle domande riguardo all'riconoscimento delle lauree italiane/europee in Canada.Praticamente io sono laureata ed abilitata in architettura a Firenze e attualmente lavoro press uno studio di architettura. Intendiamo fare domanda (io e il mio ragazzo/futuro marito) dopo aver sostenuto l'esame di Ielts a gennaio, dove a secondo i tuoi consigli il principal applicant sarò io. La mia domanda è:la laurea in architettura e in traduzioni/lingue sai se per caso è riconosciuta in canada?se no, devo sostenere gli esami per convalidarla??per caso sai un sito dove posso trovare info su queste problematiche??Ti ringrazio tanto per la tua pazienza :) a presto.

GREGORIO CASELINUOVO ha detto...

buonasera Simona,
sono un ragazzo di 35 anni che ha avuto in Italia una societa' nei servizi finanziari,ed una pizzeria paninoteca.
Vorrei aprire una pizzeria paninoteca in Canada ed esportare i nostri prodotti calabresi.
Vorrei avere un aiuto per poter realizzare questo mio sogno.
Vorrei avere un aiuto per come poter impostare il tutto burocraticamente, e avere un consiglio sulla zona migliore per poter iniziare questa attivita'.
Grazie

GREGORIO CASELINUOVO ha detto...

buonasera Simona,
sono un ragazzo di 35 anni che ha avuto in Italia una societa' nei servizi finanziari,ed una pizzeria paninoteca.
Vorrei aprire una pizzeria paninoteca in Canada ed esportare i nostri prodotti calabresi.
Vorrei avere un aiuto per poter realizzare questo mio sogno.
Vorrei avere un aiuto per come poter impostare il tutto burocraticamente, e avere un consiglio sulla zona migliore per poter iniziare questa attivita'.
Grazie

Simona ha detto...

Ciao Gregorio, la tua non e' una domanda di facile risposta ed io di sicuro non posso aiutarti. Il piu' grosso ostacolo che vedo e' che te al momento non hai uno stato di residenza in Canada per cui la burocrazia non e' solo legata all'apertura di un'attivita' ma anche a quella dell'immigrazione. Perche' non provi a chiedere informazioni proprio alla societa' che ho menzionato in questo post? Loro si occupano proprio di queste cose e chiedere non costa nulla ;)

Peterp@n ha detto...

Ciao Simona, non so se è stata la fortuna o il destino ma finalmente mi sono imbattuta in una persona competente che forse riuscirà a darmi una mano.. Ti spiego io e il mio ragazzo abbiamo intenzione di trasferirci in Canada (ho 2 miei zii lì a Calgary) uno dei quali ha una carrozzeria in cui potrebbe lavorare il mio fidanzato (meccanico).. a parte la vacanza lavoro, se mio zio mi fa un'offerta di lavoro è possibile ottenere un work permit?! E al LMO deve pensarci lui? Ma poi se decido di cambiare datore di lavoro posso ottenere un nuovo permesso senza uscire e rientrare?!?!? Eventualmente è possibile ottenere lo status di skilled worker direttamente in Canada magari dimostrando di avere la qualifica???
In tutto ciò una cosa fondamentale: il mio fidanzato non parla ancora una parola di inglese!!!

So di essermi dilungata, ma qua all'ambasciata non mi riponde nessuno, mio zio latita ed io ho bisogno di sapere in che cacchio di modo riuscire a trasferirmi lì il prima possibile!!!

Peterp@n ha detto...

ah scusa Simo.. ti lascio la mia mail.. contattami ti prego sono disperata!!!

peterpan18@corederoma.net

Thank you in advance!! :)

Voltisa Xhokaxhiu ha detto...

Ciao Simona, colgo l'occasione per ringraziarti per la tua gentilissima risposta :) Eccomi ad aggiornarti sulle ultime nuove, nonchè a tartassarti di domande :p Eh lo so, approfittiamo tutti della tua immensa pazienza...
Abbiamo appena ricevuto il contratto di lavoro per mio marito, un contratto di 2 anni con 40 ore di lavoro a settimana. Ora, la parte che più ci preoccupa, come procediamo? Aspetto gennaio e faccio domanda di skilled worker (sempre io come richiedente principale visto il punteggio alto di 85 punti), allegando il contratto di lavoro di mio marito, o deve lui fare qualche domanda specifica in ambasciata? O il datore di lavoro dal Canada? Grazie di cuore e con altrettanto affetto ti auguro un felice Natale e un bellissimo Anno Nuovo ^_^
Voltisa

Simona ha detto...

@PeterPan: io ti consiglierei di venire qui con il WHV - magari entrambi ovvio - e durante i mesi del permesso di lavoro tuo zio puo' fargli un'offerta di lavoro e fare domanda dell'LMO. Un permesso di lavoro e' strettamente legato al datore di lavoro che te lo ha fatto, se ti licenzia o vai via te, devi lasciare il Canada. Se trovi un latro lavoro il tuo nuovo datore di lavoro deve fare tutto l'iter daccapo per te.
Io non mi preoccuperei tanto del fatto di poter fare domanda dal Canada senza andare e tornare. Ogni volta che cambi "stato" in Canada devi uscire dal Paese ma puoi arrivare alla frontiera con gli USA e rientrare, non e' un grosso problema e lo fanno in tantissimi!
Un processo di immigrazione come skilled worker dura mesi cmq e cataste di documenti, molto possibile che tu debba rientrare in Italia per sbrigare la burocrazia legata al caso...

Simona ha detto...

@Voltisa: non so esattamente che tipologia di contratto di lavoro ha ottenuto tuo marito, ma se non prevede il permesso di lavoro aperto per il coniuge allora te devi cavartela da sola, nel senso che o fai una domanda indipendente senza offerta di lavoro - che impiega mesi per il processamento - oppure rimani in Canada solo come turista senza possibilita' di lavoro.
Io direi che siccome tuo marito ha ottenuto un'offerta di 2 anni hai 2 opzioni - all'incirca! - una e' quella di fare tu una domanda come skilled worker per la Permanent Residence, includendo anche tuo marito nella domanda ovvio, visto che hai 85 punti che sono tantissimi, non dovresti avere problemi (fermo restando rientri sempre nella lista dei NOC che verra' resa nota nel 2013). Oppure come seconda opzione, dopo un anno di lavoro da parte di tuo marito il datore di lavoro potrebbe fargli un'offerta a tempo indeterminato e con quella lui puo' fare domanda di Permanent Residence, includendo ovvio te nella domanda.
Spero di non essere stata troppo confusionaria ma se hai altri dubbi non esitare ;)

Alfredo ha detto...

Ciao Simona,ho letto tantissimo sul tuo blog,io e mia moglie( Iraniana )stiamo per vendere la nostra attivitá (ristorante pub) abbiamo amici e una zia di una sua amica a Toronto,se volessimo aprire un attivitá simile ci consigli di venire a lavorare e vedere o sarebbe piú facile facendo un investimento? Io faccio il cuoco,diplomato in alberghiero,parlo discretamente l'inglese e mi arrangio con il francese ,ho provato a fare il test ed ho ottenuto 81..grazie anticipatamente per quello che fai per tutti noi....

Voltisa Xhokaxhiu ha detto...

Ciao Simona, grazie mille per la tua risposta! Certo non per colpa tua, ma ormai sono più confusa di sempre! Spiego subito, io sono laureata (triennale) in Scienze della Comunicazione, con un Master (1 anno) in Direzione del Turismo. Parlo ottimamente l'inglese e il francese, non ho fatto i test poichè fino ad ora non mi servivano (mentre mi sembra di capire che sono obbligatori per chi intende fare domanda come FSW)ma certo non sono loro il problema. Ti scrivevo che a mio marito hanno fatto un contratto di due anni: io non so che tipo di contratto è, se ci debba essere scritto da qualche parte che si tratta di un contratto "aperto" , ma si tratta di un contratto come "window installer" della durata di 24 mesi. Mio marito non parla l'inglese e nemmeno il francese, ha una laurea in BA di 4 anni. Se faccio io il self assessment test, ottengo 85 punti, se lo fa lui ne ottiene 67 max. Possiamo fare domanda come FSW? Temo che la mia professione non rientri tra quelle ricercate in Canada e ormai siamo nel panico più totale (visto che siamo già a Toronto con la testa).
Grazie mille per tutte le tue risposte!!
Voltisa

Simona ha detto...

@Alfredo: complimenti per l'81 anche se devo dire che senza una laurea di secondo livello mi sembra difficile raggiungere queste cifre, a meno di una perfetta conoscenza delle lingue. Ma il punteggio e' stabilito dall'IELTS e dal TEF di solito.
Cmq a parte questo io ti direi di pensare prima di tutto al modo migliore per immigrare in Canada, cioe' l'avere un piano concreto. Non basta avere soldi e voglia di fare per poter vivere in Canada.
Per quanto riguarda la possibilita' di aprire un'attivita' qui, non e' di facile risposta e la tipologia di documentazione e conseguente processo di immigrazione e' decisamente piu' complicata di una semplice domanda come skilled worker. Siccome fai una professione abbastanza richiesta qui in Canada io ti consiglierei di fare domanda di immigrazione come lavoratore qualificato. Sono certa che se venissi qui in Canada per trovare un lavoretto non avresti di certo grosse difficolta' nel trovarlo...nel frattempo che la tua pratica si finalizza. Una volta ottenuto un visto di immigrazione, per te e la tua famiglia, potrai decidere cosa fare per quanto riguarda i tuoi investimenti futuri ;)
In bocca al lupo!

Simona ha detto...

@Voltisa: sfortunatamente oggi e' stata rilasciata la nuova lista dei NOC dal Governo Canadese e si puo' dire che non ci siano lavori prettamente "femminili" in lista. Per poter avere un permesso di lavoro aperto insieme a quello di tuo marito, l'offerta di lavoro che lui ha ottenuto deve essere classificata come qualifica di lavoro per il National Occupational Classification (NOC) 0, A o B.
Avete gia' il NOC di tuo marito?

Voltisa Xhokaxhiu ha detto...

Ciao Simona. Grazie mille per la tua risposta. No, non abbiamo il NOC di mio marito, tutto ciò che abbiamo è il suo contratto dove vengono specificate tipo di lavoro, ore lavorative e stipendio. Dobbiamo chiederlo al datore di lavoro questo NOC? Ora cosa deve fare mio marito?
A me suggerisci di non fare nemmeno domanda come skilled worker? Mio marito non parla inglese e nemmeno francese, ecco perché avevo pensato di farsi fare il contratto di lavoro dal Canada. Lui avrebbe la possibilità di fare domanda come skilled worker e presentare in allegato il contratto di lavoro? Troppe domande, lo so, e chiedo scusa in anticipo... Ma siamo preoccupati. Grazie mille ancora,
Voltisa

Simona ha detto...

Voltisa per tuo marito e' troppo presto per fare domanda. Come hai detto anche te non parla bene le lingue, non raggiungerebbe il punteggio minimo. Mentre dopo almeno un anno di lavoro continuato in Canada avrebbe vantaggi in piu'. Come 10 punti per l'esperienza in Canada e senz'altro una migliore conoscenza della lingua.
Tu non avresti chance se facessi domanda perche' la tua figura professionale non e' tra quelle richieste, credo che tuo marito potrebbe avere piu' successo, seppure non nel brevissimo termine. Per sapere qual'e' il suo NOC puoi cercare sul sito del CIC a questo link.

Voltisa Xhokaxhiu ha detto...

Grazie. Ora però sono più confusa che mai! Va bene, io non farò domanda come skilled worker, e nemmeno mio marito. Ma come farà lui a venire in Canada e iniziare a lavorare? Che tipo di domanda deve fare per venire fino a là? Non credo basti solo prepare le valigie e presentarsi a Toronto, o sì? :)
Hai ragione a stupirti della mia domanda, ma nessuno di noi due è cittadino italiano. Noi abbiamo bisogno di un visto per entrare in Canada, non abbiamo l'entrata facile in quel paese...

Simona ha detto...

Voltisa ora sono confusa io! Mi era sembrato di capire che tuo marito avesse ottenuto un permesso di lavoro di 24 mesi....o ho capito male?!

Voltisa Xhokaxhiu ha detto...

Ah no, non ha un permesso di lavoro, ha solo un contratto di lavoro. Ecco perché chiedo che cosa deve fare per ottenere il permesso, o comunque cosa deve fare per riuscire a venire in Canada.

Simona ha detto...

...allora tutto cambia!
Il suo datore di lavoro deve prima fare una domanda di LMO, poi una volta che ha ottenuto una confirmation positiva dara' una copia a tuo marito e lui potra' fare domanda di Work Permit. Il processo in realta' non e' che si spiega in 2 parole...c'e' un procedimento un po' piu' complesso dietro. Io vi consiglio di documentarvi bene per quanto riguarda le procedure da seguire quando si fa domanda di LMO. In questo commento ci sono un paio di links che ti portano a varie informazioni a riguardo ma va ricercato da un datore di lavoro, quindi lo trovi sotto le sezioni che descrivono come assumere un lavoratore straniero.

Voltisa Xhokaxhiu ha detto...

Ok, grazie mille per la tua infinita pazienza! Adesso mi leggo tutti i link che riguardano il work permit, così saprò cosa chiedere di fare al datore di lavoro.
Ti auguro una buona serata. Grazie ancora.

Alfredo ha detto...

Ciao Simona,ineffetti rifacendo il test avrò sbagliato qualcosa,l'ho rifatto e fortunatamente ho totalizzato 71,un amica di mia moglie conosce un avvocato che si occupa di immigrazione che é iraniano,ci ha detto di chiamarlo per la documentazione,non avremmo problemi per parlarci visto che é paesano di mia moglie,tu mi consigli di dare tutto in mano a lui? Si prende da 400 a 1000$,almeno così ci hanno detto...questa amica che abita a Toronto ci ha detto che li é un pò difficile ma che se proviamo in Quèbec sarebbe più facile e di mandare tramite internet curriculum ai vari alberghi ristoranti,me lo consigli? Grazie ancora, a presto

Lorenzo Bonavita ha detto...

Gentile Simona mi chiamo Lorenzo ho 41 anni e sono un ingegnere edile libero professionista, mia moglie anch'essa ingegnere edile è ricercatrice universitaria nel campo dei beni culturali, abbiamo una bimba di un anno. Stiamo valutando seriamente l'ipotesi di emigrare per dare un futuro migliore a nostra figlia; vi sono possibilità per le nostre professioni anche in relazione alla nostra età? Come test di autovalutazione siamo superiori ai 67 ma non mi sembra di avere visto le nostre professioni tra quelle richieste, ti chiederei cortesemente un consiglio, grazie mille Lorenzo

Simona ha detto...

@Alfredo: in media immagino sia piu' semplice immigrare in Quebec, senza voler essere polemica dico che c'e' un reale motivo dietro ovvio...o piu' di uno. Cmq il Quebec e' l'unica provincia francese del Canada ed ha regole di immigrazione un po' diverse, purtroppo non sono molto al corrente delle attuali leggi, sarebbe impossibile per me che non parlo una parola di Francese!
Se il tuo obiettivo e' immigrare in Canada seguendo la strada dell'imprenditoria allora dico che senza l'aiuto di un legale sarebbe molto difficile e complesso, per cui il mio consiglio e' di chiedere aiuto agli amici di cui mi accennavi.
In bocca al lupo!

Simona ha detto...

Ciao Lorenzo, se le vostre professioni non rientrano in quelle richieste e' sconsigliato che proviate a fare domanda di immigrazione come skilled workers, vi sarebbe rifiutata in partenza.
Al contrario il settore della ricerca qui e' tenuto in altissima considerazione, io al posto di tua moglie mi informerei in qualche universita' in Canada per fare domanda come ricercatrice, decisamente una strada piu' facile da percorrere ;)

Lorenzo Bonavita ha detto...

Ciao Simona ti ringrazio tanto per la risposta, in buona sostanza dmia moglie dovrebbe trovare un contratto universitario in cui sia previsto che possa essere accompagnata da marito e figlia, poi io una volta in canada dovrei cercare di trovare lavoro sul posto o reinventarmi sul posto; è una strada percorribile quella che io dico o non è possibile a livello burocratico? Ti ringrazio tanto ciao Lorenzo

Simona ha detto...

@Lorenzo: solitamente un contratto per ricercatore prevede che l'applicante possa essere accompagnato dalla famiglia, quindi non dovreste avere troppi problemi a riguardo.
L'unica cosa tua moglie dovrebbe trovare l'offerta di lavoro come dottoranda, in questo pero' non so come aiutarti. Io cercherei in ogni universita' possibile! Anche email chiedendo informazioni potrebbero aiutarti a capire il tutto. Cerca anche sui siti, magari ci sono gia' risposte a domande comuni a tal proposito...

Unknown ha detto...

Ciao Simona,
complimento vivissimi per il blog, è stato il mio punto di partenza verso il progetto che auspico porterà me e la mia famiglia verso quel posto che ho visitato in viaggio di nozze e che considero il mio paradiso!
Ho provato a fare il test per vedere il mio punteggio, e ho totalizzato 74, quindi potrei anche essere idoneo, dal momento che la mia professionalità rientra in quelle richieste.
Vorrei un tuo parere, se possibile - mia moglie è canadese, ed ho dei cognati che risiedono in canada. Posso fare domanda di ricongiungimento famigliare con loro o, eventualmente, con mia moglie, una volta trasferitomi là o devo fare tutta la trafila del work permit?
Grazie in anticipo

Antonino d'Amato ha detto...

Ciao Simona,
Innanzitutto grazie mille per il supporto che ci offri. Sono un farmacista di 30 anni e sto seriamente pensando al trasferimento in Canada, la mia idea sarebbe quella di sfruttare un permesso temporaneo facendo qualsiasi tipo di lavoro, ovviamente sarebbe meglio comunque nell'ambito del mondo farmacia, in questo modo potrei affinare il mio inglese e sostenere direttamente in loco tutte le pratiche di abilitazione alla professione in Canada. Cosa ne pensi di questo modo di procedere? E soprattutto quali sarebbero le prime operazioni da fare ( il sito dell'ambasciata mi dice che il programma 2013 non è ancora aperto)?
Grazie mille di tutto l'aiuto che ci dai e scusami per la lunghezza e le troppe domande

Lorenzo Bonavita ha detto...

Ciao Simona grazie sei molto gentile, ti chiedo solo due ultimi dubbi:
- perchè dici che mia moglie deve trovare lavoro come dottoranda e non come ricercatrice quale lei è qui in italia? è perchè ci sono concorsi o altre procedure?
- una volta là, io in qualità di coniuge di mia moglie, per poter trovare un lavoro (che sia da ingegnere edile o altro) ho bisogno di trovare uno sponsor o se trovo un lavoro posso iniziarlo subito senza sponsor?
grazie mille
lorenzo

Simona ha detto...

@Unknown: siccome sei sposato con una Canadese tua moglie deve semplicemente fare domanda di sponsorizzazione del coniuge, una volta che ha riacquistato la residenza in Canada - cioe' andando in Canada e risiedere! Lo preciso perche' non vorrei pensassi che ci vogliano ulteriori documenti per lei per poter vivere qui, basta che rientra in patri e vive qui con prove tipo: patente, carta OHIP, contratto di affitto e quant'altro. La procedura di sponsorizzazione e' lunga cmq e te prima di lavorare devi attendere che i documenti siano in regola.

Simona ha detto...

@Antonio D'Amato: il programma Working Holiday Visa immagino aprira' a breve per cui ti suggerisco di tenere sotto controllo il sito. Per il resto io cercherei di trovare una tipologia di lavoro che ti dia possibilita' di avere uno sponsor che ti aiuti a rimanere in Canada, perche' al momento la tua professione non e' tra quelle richieste dal mercato del lavoro Canadese necessaria all'eleggibilita' all'immigrazione, per cui senza offerta di lavoro non riusciresti a raggiungere i requisiti minimi.
In bocca al lupo ;)

Simona ha detto...

@Lorenzo Bonavita: si' e' come dici te, sorry per il mio errore intendevo ricerca intesa come professione non come studi...
Siccome entrambi entrereste in Canada con uno sponsor - nel caso della ricerca intendo - tua moglie dovrebbe lavorare presso chi le ha fatto l'offerta di lavoro mentre te avresti un permesso di lavoro aperto, e cioe' la possibilita' di lavorare nel settore che preferisci.

Antonino d'Amato ha detto...

Grazie mille simona......quindi intendi che dovrei cercare un lavoro inserito nella skilled work? Come faccio senza alcuna esperienza?

Lorenzo Bonavita ha detto...

Ti ringrazio, sei stato gentilissima, cominciamo le ricerche per una università che possa accogliere mia moglie grazie ancora e complimenti lorenzo

steps82 ha detto...

ciao simona,

io vorrei andare a lavorare in canada, ho un sponsor da li a toronto. sono complicate le cose come gli stati uniti oppure si può sperare di andare ?
se si quanto si può rimanere a lavorare li ?

agnese villavecchia ha detto...

Ciao Simona, ti ringrazio per l'utilissimo blog!! Io e il mio compagno siamo qui a Toronto da 5 mesi tramite il Working-Holiday Visa...avrei qualche domanda da farti e qualche consiglio da chiederti su come poter fare per rimanere,posso lasciarti la mia mail?

Tony Melony ha detto...

Ciao Simona, mi chiamo Tony Meloni, ti disturbo per chiederti un'informazione per me molto importante e urgente. Vorrei sapere se in base a un nominativo di persona, è possibile risalire a un'eventuale richiesta di trasferimento dall'Italia in Canada. I miei contatti sono: tonymeloni@libero.it e 3351364144.
Ti ringrazio, Tony

Voltisa Xhokaxhiu ha detto...

Ciao Simona,

smaltita l'euforia di aver trovato forse una professione richiesta in qualche lista di skilled worker, stamattina ho capito che il link che ti ho inviato si riferisce ad un'agenzia di consulenza all'immigrazione (a proposito, servono a qualcosa se sai già l'inglese e sei capace di compilare da sola tutti i formulari delle pratiche d'immigrazione?).
Quello che non ho ancora capito, visto che non c'è scritto niente nella pagina, è di che anno è quella lista o a quale provincia si riferisca. Ma mi sto mettendo l'anima in pace, credo che la mia categoria non rientri in nessuna lista di skilled worker...
Grazie comunque, buona giornata/serata.
Voltisa

Simona ha detto...

@Antonino D'Amato: sorry...e' dura senza esperienza, io non saprei...
Purtroppo emigrare in un paese come il Canada non e' per nulla semplice, ogni anno migliaia di persone fanno domanda...in pochi ci riescono, bisogna investire in qualcosa se e' il proprio obiettivo di vita..

Simona ha detto...

@step82: decisamente il Canada ha un sistema di immigrazione piu' semplice...

Simona ha detto...

@agnese villavecchia: ti ho risposto sull'ultimo post ma ovvio puoi lasciarmi la tua email...

Simona ha detto...

@Tony Meloni: questo tipo di informazioni sono super riservate, anche sul sito del CIC (Governo Canadese) per accedere alla propria scheda si puo' fare attraverso un unico codice a barre inviato dal CIC stesso insieme ad altri dati personali; per cui la mia risposta e' no, non vi e' modo di risalire a nessuna pratica.

Andrea Pirovano ha detto...

Ciao Simona,
sono Andrea e lavoro per Go Study Canada. Volevo chiederti una email per poterti contattare in maniera più comoda: troviamo il tuo blog interessante e ci piacerebbe poter collaborare con te.
Se mi scrivi su apirovano@gostudy.com.au
posso spiegarti con calma.
Grazie e a presto!

Estu(d)ario ha detto...

Simona, perdonami se esco totalmente dal seminato, ma forse puoi aiutarmi. Ho bisogno di capire tante cose sull'Ontario ma in particolare i costi per il childcare (ho un bambino di meno di 2 anni). Mi sono preparato un budget annuale generico di tante cose per aiutarmi a negoziare un contratto di lavoro nei prossimi gg. Tu sapresti indicarmi dove posso trovare delle stime? Ho girato tanti siti, ma nessuno si sbilancia. Se ha pià senso ti lascio la mia mail, o ti scrivo sulla tua. Grazie, scusa per l'irruzione poco ortodossa..ma il tuo è uno dei blog più convincenti che ho trovato!

Estu(d)ario ha detto...

Ciao Simona, scusa l'irruzione poco ortodossa e fuori tema. Ma il tuo blog è molto convincente e mi fa pensare che mi puoi indicare dove andare a "sbattere la testa". A giorni devo discutere un contratto di lavoro in Ontario: mi sono fatto un budget di costi per negoziare meglio l'offerta economica. Ciò che mi preoccupa è che non ho idea del costo (medio) del childcare, che mi viene detto essere notevole (ho un bambino di poco meno di due anni). Tu sapresti indicarmi dove guardare? Ho cercato in tanti siti ma sembra un tabù.
Ti ringrazio molto: se più comodo di scrivo sul tuo indirizzo o ti lascio il mio account.Dario

Simona ha detto...

@Estu(d)ario: i prezzi possono variare da scuola a scuola, da locatio a location. Per la municipalita' di Toronto dai un'occhiata a questo link. In bocca al lupo ;)

detcky ha detto...

Sono un cittadino macedone, vivo in Italia oltre 14 anni, ho un amico in Canada che è project manager e che mi fa un contratto di lavoro nella sua azienda in Canada...
Se gentilmente mi puoi spiegare cosa devo fare io, e cosa deve fare l'azienda ?!

detcky ha detto...

Volevo sapere possibilmente se posso lavorare in Canada ?
Sono straniero da macedonia che vivo in Italia piu di 14 anni, ho un amico project manager in Canada, lui mi ha fatto un contratto di lavoro nella sua azienda dove lavora in Canada, cosa devo fare io per andare in Canada, e come me la deve portare lui il contratto ( solo il contratto e vado a chiedere visto ) o ci sono altri giri da fare prima ???
Ti prego rispondimi se sai qualcosa...

Simona ha detto...

@detcky: dipende dalla categoria di lavoro ma in generale un'azienda prima di offrire un posto di lavoro ad uno straniero deve dimostrare di aver provato ad assumere un Canadese...senza successo, e poi fare domanda di LMO per lo straniero stesso. Guarda questo post per qualche dettaglio sull'LMO.

Andrea Paolinelli ha detto...

ciao Simona
sono stato per un periodo a lavorare a missisauga toronto, e ne sono rimasto innamorato!!!!vorrei tornare e stabilirmi li com'è la situazione lavorativa?
io sono un tecnico lavoro nel settore cartotecnico, monto e avvio linee di produzione carta.
Ho delle prospettive?

Simona ha detto...

@Andrea Paolinelli: beh tu hai lavorato li' per cui dovresti avere informazioni piu' dettagliate di me! Cmq in linea generale in Canada si sta bene e se hai esperienze specifiche non avresti alcun problema a trovare lavoro.

Unknown ha detto...

Ciao Simona,
Mi chiamo Andrea, 33 anni; ho esperienza di lavoro nel settore depurazione (6 anni), ho visto che nella lista dei NOC rientra la mia professionalità e sono intenzionato a documentarmi per poter ottenere le certificazioni necessarie per continuare (spero!) questa strada anche nel mio futuro in canada.

Ho messo un commento in un altro post, forse questo era il più indicato per un tuo parere (scusami!): mia moglie è cittadina canadese di nascita, anche se vive in italia da 15 anni. Ci siamo sposati 6 anni fa e abbiamo due bimbi anch'essi con cittadinanza canadese.
La situazione in italia è quella che è, e io non vedo futuro alcuno per i miei figli, costretti, se restiamo, a crescere in una società immobile e stagnante che mi sembra stia scendendo giorno dopo giorno verso l'abisso.
Pensavo di richiedere un family permit (mia moglie farebbe da sponsor) e, se non ho capito male, allo stesso tempo un permanent resident permit. Per cercare offerte di lavoro, in caso venisse accettato, dovro' poi richiedere anche il work permit?
Generalmente le spese di gestione delle pratiche sono onerose? Sai qualcosa anche delle tempistiche?

Grazie infinite, Andrea

Unknown ha detto...

Scusami ho letto solo ora che avevi gia' risposto al mio precedente commento di gennaio 2013; in ogni caso tu mi indichi di far rientrare mia moglie in canada e poi farle richiedere da la' lo sponsorship.

Sul sito del governo canadese non e' pero' indicato questo, mi sembra di capire che possa essere richiesto anche dall'estero in quanto e' necessaria la cittadinanza o il permanent resident status.

Sto approfondendo la cosa con alcune agenzie canadesi.

Simona ha detto...

Andrea credo di averti gia' risposto nell'ultimo post...

Unknown ha detto...

E' vero, mi avevi gia' risposto, ma non ero convinto del fatto che sia necessario che lei rientri in canada per richiedere la sponsorizzazione.

Ho sentito l'ambasciata e confermano i miei dubbi, la sponsorizzazione puo' essere fatta anche dall'estero.

Grazie in ogni caso per i tuoi mille preziosi consigli!

Vincenzo Macrito ha detto...

ciao mi chiamo Vincenzo e volevo fare una domanda:costituendo una società in Canada per l'apertura di un ristorante pizzeria a noi italiani darebbe la possibilità di rimanere nel paese per quanto tempo? e poi che tipo di società bisognerebbe fare?rispondetemi Grazie